Show Less
Restricted access

Pirandello tra memoria, rappresentazione e immagine

Edited By Domenica Elisa Cicala and Fausto De Michele

A più di 150 anni dalla nascita, Luigi Pirandello resta un autore dall’attualità sorprendente. La sua modernità affonda le radici nella memoria culturale, a cui il premio Nobel appartiene con la sua opera che abbraccia tutti i generi della letteratura, dalla narrativa al teatro, ma che è anche presente nei mass media: cinema, radio e televisione. Questa miscellanea raccoglie i contributi di diversi studiosi europei e presenta i risultati delle più recenti ricerche dall’attuale prospettiva degli studi culturali, con approcci critici focalizzati su teoria e critica della letteratura, teatro dei miti, letterature comparate, teorie femministe, narrated community e intermedialità. Il comune denominatore dei contributi e delle metodologie di ricerca applicate si trova nelle diverse declinazioni dei concetti culturali di memoria, rappresentazione e immagine.

Il volume è arricchito da un atto unico inedito di Paolo Puppa che mette in scena il rapporto tormentato tra Luigi e Stefano Pirandello.

Show Summary Details
Restricted access

12. L’‘atroce’ solitudine della famiglia Pirandello (Sarah Zappulla Muscarà)

Extract

← 218 | 219 →

SARAH ZAPPULLA MUSCARÀ

12  L’‘atroce’ solitudine della famiglia Pirandello

ABSTRACT Un terribile, fascinoso romanzo familiare l’opera di Luigi Pirandello. Non esclusivo, certamente, nell’ampiezza, varietà di temi che investono l’universo dell’agrigentino. Ma pure fonte primaria, la sua travagliata, drammatica, angosciosa vita domestica, di quell’incandescente serbatoio creativo, scrigno di gemme, pozzo di San Patrizio, vaso di Pandora, caverna delle meraviglie, in cui lo scrittore affonda quotidianamente lo stilo affilato per trarne, succus et sanguinis, multiformi casi, tormentate vicende. La cruna dell’ago attraverso cui passa il continuo flusso del rumore di fondo, la litania di un inestinguibile, folgorante immaginario consacrato alla sacralità della scrittura. Il demone da cui scaturisce la perenne, impervia solitudine, sempre percorsa da sottesa pietas, di personaggi e autore. [Pirandello’s entire output constitutes a terrible, fascinating family novel – not exclusively, of course, but in the breadth and variety of topics that affect the universe of Girgenti. That said, his primary source is his troubled, dramatic, anguished domestic life, that glowing creative tank, a treasure chest of gems, the well of Saint Patrick, Pandora’s box, the cave of wonders, in which the writer daily sinks the sharp stylus to draw from it, succus et sanguinis, multiform cases, tormented events. The eye of the needle through which the continuous flow of background noise passes, the litany of an inextinguishable, dazzling imaginary devoted to the sacredness of writing. The demon from which springs the perennial, impervious solitude, always traversed by underlying pietas, of characters...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.