Show Less

«Metodologia Paretiana»

Tomo II: Stati psichici e costanti dell’azione

Series:

Mino B. C. Garzia

Questo è il secondo tomo di una trilogia: I. Differenziazione, non linearità, equilibrio (già pubblicato); II. Stati psichici e costanti dell’azione; III. Stati psichici e variabili dell’azione (che seguirà a breve). In questo secondo tomo si procede all’applicazione della teoria dei residui, alla ricerca delle costanti dell’azione. Si parte sempre dal testo paretiano, con l’aggiunta di altri classici della sociologia ed estendendone esempi ed osservazioni tratti dalla contemporaneità. Uno sguardo da vicino, dunque. Stampa quotidiana, periodica e libri sono stati fonti inesauribili per l’individuazione di residui e (nel III tomo) di derivazioni. Il risultato è che dalle migliaia di esempi selezionati Ne sono stati estratti circa trecentocinquanta, divenuti parte integrante di questo volume. Ognuno potrà sostituire un qualsiasi Esempio con un altro di apparente segno opposto, non muta il risultato: La potenza delle pulsioni (residui) è tale da «portare opposte dottrine allo stesso punto»; poiché, in realtà, non le azioni o i fatti concreti sono stati classificati e discussi, ma i loro elementi (sentimenti o stati psichici), i quali permettono
di delineare la parte centrale di una teoria sociologica della mente.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

[Classe I Istinto delle combinazioni] 25

Extract

[Classe I Istinto delle combinazioni] La propensione alle combinazioni è un sentimento generale, indi- stinto, che opera passivamente ed attivamente … istinto potente nella specie umana, e che probabilmente è stato ed è valida cagione della civiltà (Trattato, §§ 889-890). Questa Classe I dei residui è il fondamento di ogni ricerca mentale, so- ciale, materiale. Non può essere diversamente: esistiamo perché fac- ciamo. In un certo senso tutta la sociologia, tutta la scienza sociale po- trebbero essere racchiuse in questa classe. Non a caso, dunque, Pareto parte, nella sua concettualizzazione, con le combinazioni. Del resto, come si vedrà in seguito – nelle classi, nei generi e nelle specie della completa teoria generale dei residui che discutiamo in questo secondo tomo della nostra trilogia – l’aspetto delle combinazioni sarà sempre presente, e solo per motivi analitici si danno nomi diversi ai diversi comportamenti umani. Ma tutti hanno come sostrato ineludibile la ca- pacità di comportarsi combinatoriamente. Qui limitiamo ad alcuni a- spetti la discussione, tendendo sempre ad integrare e sviluppare le tesi paretiane, soprattutto con la ricerca delle forme diverse che le questioni hanno assunto oggi. Come è costume delle nostre ricerche e atteggia- mento teorico, nello stesso tempo tendiamo a ricercare le fila del no- stro discorso in chi ci ha preceduto nella ricerca scientifica, estrapolan- do tra i maggiori contributi alcuni ritenuti particolarmente significativi per il raccordo tra le acquisizioni passate e ormai acquisite dalla scien- za sociologica e le nuove aggiunte. Dalle cognizioni primitive alle altamente astratte. In questa classe Pareto discute della tendenza degli uomini a...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.