Show Less

Schöne Kunst und reiche Tafel: über die Bilder der Speisen in Literatur und Kunst / Belle arti e buona tavola: sul significato delle pietanze nell’arte e nella letteratura

Beiträge der Tagungen Gießen (11./12. Oktober 2014) und Urbino (14./15. Oktober 2014) / Atti dei convegni di Gießen (11/12 ottobre 2014) e Urbino (14/15 ottobre 2014)

Series:

Sandra Abderhalden, Michael Dallapiazza and Lorenzo Macharis

Dieser Band versammelt Beiträge zweier Tagungen zur Bedeutung von Essen und Trinken in Kunst und Literatur. Im Zentrum stehen Esskulturen und Praktiken vorrangig in der deutschen und italienischen Literatur vom Mittelalter bis zur Neuzeit. Der mehrsprachige, komparatistisch ausgerichtete Tagungsband spiegelt die Vielfältigkeit des kulinarischen Themas in literarischen und künstlerischen Werken auf umfassende Weise wider.
Questo volume raccoglie i contributi di due conferenze sul significato del cibo e delle bevande nell’arte e nella letteratura. Pietra angolare del libro è il tema delle culture e delle pratiche alimentari, illustrate con particolare attenzione alle letterature italiana e tedesca, dal medioevo ai nostri giorni. Partendo da una prospettiva comparatistica, il volume plurilingue rispecchia in modo esemplare la molteplicità del tema nelle tradizioni dell’arte e della letteratura.

Prices

See more price optionsHide price options
Show Summary Details
Restricted access

Paper Fish di Tina De Rosa: cibo, nutrimento e scrittura in una cucina italo-americana degli anni Cinquanta (Silvia Barocci)

Extract

silvia Barocci Paper Fish di Tina De Rosa: cibo, nutrimento e scrittura in una cucina italo- americana degli anni Cinquanta Abstract: Il cibo è una parte fondamentale di Paper Fish, il memoir che ha consacra- to Tina De Rosa come una delle voci più interessanti della narrativa italo- americana� Questo contributo prende in considerazione le relazioni che le tre generazioni di donne protagoniste hanno con la cucina e con il cibo, veicolo per la trasmissione dei valori cul- turali da un lato e pratica di messa in discussione della propria identità etnica dall’altro� Il saggio si compone di due parti, dedicate rispettivamente alle due principali dispensa- trici di cibo del romanzo: Nonna Doria, la matriarca nata in Italia e trapiantata a Chica- go, e Sarah, la nuora lituano- americana di seconda generazione� Dentro si ritroveranno continui riferimenti agli altri personaggi del «ghetto», Carmolina e Doriana in primis, ossia la terza generazione, figlie di Sarah e nipoti di Doria, cui spetta rispettivamente il compito di scoprirsi come nuovi soggetti o soccombere nella semi- incoscienza� Keywords: Cibo, letteratura italo-americana, ambivalenza memoir, cucina, identità et- nica, abnegazione, nausea, putrefazione, nutrimento, nascita, morte, malattia mentale, amore, Ultima cena, Battesimo� Do I stand there? I never had a brother; Nor can there be that deity in my nature Of here and everywhere� (Shakespeare, Twelfth night, V, 228–229) Belli e fragili come gli aquiloni giapponesi, instabili, eccentrici e resistenti a una rappresentazione univoca e classificatoria sono i personaggi di Paper Fish, così come l’intreccio, i temi...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.