Show Less
Restricted access

Dux Salutis – Prudenzio, «Cathemerinon» 9–10 – Gli Inni della Redenzione

Introduzione, testo, traduzione e commento

Series:

Francesco Lardelli

Tra le 6 coppie tematiche di inni in cui può essere suddiviso il Cathemerinon di Prudenzio, quella formata dagli inni 9 (Hymnus omnis horae) e 10 (Hymnus circa exequias defuncti) è stata spesso considerata la più debole, alla quale si arrivava quasi «per esclusione» dopo aver definito le altre cinque. Questo studio, che affianca ad una introduzione generale sulla vita e le opere di Prudenzio un ampio e dettagliato commento ai due singoli inni corredato di una nuova traduzione, cerca di scandagliare le fonti sia letterarie che teologiche che costituiscono la base su cui il poeta costruisce la propria opera. Così facendo, ci si propone di fornire una nuova chiave d’interpretazione che permetta una più profonda comprensione dei due testi, mettendone in luce l’unità di fondo e chiarendone il ruolo di inni pasquali all’interno del Cathemerinon.
Show Summary Details
Restricted access

Cathemerinon 9 – Hymnus omnis horae

Extract

L’Hymnus omnis horae si compone di 38 strofe di 3 tetrametri trocaici catalettici ciascuna , attraverso le quali Prudenzio ripercorre le varie tappe della vita di Cristo (ponendo tutta l’attenzione sulla sua azione piuttosto che non sulla predicazione), dalla preesistenza nel seno del Padre alla sua seconda venuta alla fine dei tempi. A differenza degli altri inni della raccolta, che sviluppano la propria riflessione su elementi precisi, questo si presenta come una grande narrazione che assume allo stesso tempo i caratteri di un salmo di lode e di un inno trionfale in onore dell’unico condottiero che ha saputo vincere perfino la morte liberando i giusti prigionieri negli inferi, Gesù Cristo. La scelta del metro è sintomatica: esso era infatti usato per i canti allegramente canzonatori che, intonati dai soldati, accompagnavano il trionfo di un generale;109 Prudenzio lo adotta anche in perist. 1 per narrare il martirio di due soldati, dimostrando di conoscerne il registro legato al mondo militare; espunto il tono canzonatorio, dunque, una scelta adattissima al racconto della vittoria di Cristo sulla morte, sulla scorta di un analogo inno di S. Ilario di Poitiers (si veda il paragrafo 2.4.1 di questa Introduzione all’inno).

← 81 | 82 → Qualche interrogativo è suscitato dal titolo dell’inno: ci sembra suggestiva e congruente con la nostra interpretazione dell’inno l’ipotesi proposta da Lobato,110 secondo cui Prudenzio trasporrebbe in chiave cristiana il motivo augusteo (ma di origine callimachea) del carmen perpetuum, rintracciabile in Orazio, il quale, un po’ ironicamente, parla di chi si dedica unicamente ad...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.