Show Less
Restricted access

Alessandro Manzoni nei paesi anglosassoni

Series:

Alice Crosta

Secondo la maggior parte dei critici, la fortuna di Manzoni in Gran Bretagna e negli Stati Uniti è stata molto limitata. Ma questo volume, che tratta della ricezione manzoniana nei paesi anglosassoni nell’Ottocento, cerca di ridimensionare l’interpretazione tradizionale della ‘sfortuna’, presentando numerosi documenti dai quali si evince che le opere di Manzoni erano lette e spesso anche apprezzate. Nell’Inghilterra romantica e vittoriana, le testimonianze più evidenti della fortuna di Manzoni comprendono due recensioni di Mary Shelley, e alcune fictions (di autori come Bulwer Lytton ed Elizabeth Gaskell) che alludono ai Promessi sposi. Negli Stati Uniti, spiccano i riferimenti a Manzoni in alcune conferenze di Emerson e negli articoli di Margaret Fuller. Inoltre non va dimenticato il ruolo degli esuli politici del Risorgimento, che attraverso l’insegnamento dell’italiano e la pubblicazione di recensioni contribuirono (anche se in modo contraddittorio e ambivalente) alla fortuna internazionale di Manzoni. Spesso infatti nei paesi anglosassoni le sue opere venivano lette e discusse attraverso una mediazione italiana, francese o tedesca, un complesso scambio di edizioni e di recensioni.
Show Summary Details
Restricted access

10. I promessi sposi come lettura dei personaggi

Extract

10.I promessi sposi come lettura dei personaggi

Come in Inghilterra, anche negli Stati Uniti I promessi sposi potevano essere una lettura dei personaggi della narrativa d’invenzione. Ciò avviene in due testi di Donald Mitchell (New York, 1822-1908): The Lorgnette e Reveries of a Bachelor (pubblicato con lo pseudonimo di Ik Marvel), entrambi del 1850378, e nell’ultimo romanzo di Catharine Sedgwick (Stockbridge, Massachussetts, 1789-Boston, 1867), Married or Single? (1857). Questi testi sono stati individuati attraverso la banca dati Lion.

The Lorgnette è una satira dell’alta borghesia di New York, una classe vuota e ‘materialista’, che imita le mode culturali europee, come la frequentazione dell’opera (lorgnette è il binocolo da teatro). Reveries è invece un testo sentimentale e drammatico, in forma di diario. A questi due generi letterari corrispondono usi diversi dei Promessi sposi. In The Lorgnette, la lettura del romanzo rappresenta semplicemente la moda dell’italiano tra le ragazze della borghesia, osservata dal narratore con distacco ironico.

Nell’altro testo, il protagonista Paul, che coincide con il narratore (il giovane ‘scapolo’ del titolo) immagina di incontrare un’amica, Carry, che non vede da anni e di cui è innamorato. Dopo il matrimonio, Paul e Carry intraprendono un grand tour in Europa e in Italia e visitano il lago di Como: percorrono la «stradicciola» in cui don Abbondio è stato fermato dai bravi e proseguono per la strada di Renzo verso Milano. I promessi sposi sono richiamati come guida letteraria del lago di Como e della Lombardia e rispecchiano idealmente la vicenda dei due...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.