Show Less

«… che solo amore e luce ha per confine»

Per Claudio Sensi (1951-2011)

Series:

Edited By Silvia Fabrizio-Costa, Paolo Grossi and Laura Sannia Nowé

In ricordo di Claudio Sensi, Professore di Letteratura Italiana all’Università di Torino, il volume raccoglie contributi di ricercatori attivi in Europa, in particolare nelle Università di Caen e di Cagliari, legati da rapporti professionali e di amicizia tra loro e con lo studioso scomparso. In omaggio a Sensi, i saggi, in francese e in italiano, concernono epoche e argomenti lui cari, dal Duecento alla contemporaneità: Dante, l’epoca barocca, i viaggi, la classicità tra Sette e Ottocento, Pascoli, Pavese, Montale, Bufalino, studi di comparatistica e sulla letteratura italiana del XXI secolo.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

INTORNO A DANTE/AUTOUR DE DANTE

Extract

INTORNO A DANTE AUTOUR DE DANTE Gli «appelli» di Dante: «provocazione» accoglibile da parte del lettore «moderno»? VINCENZO PLACELLA Non pochi studiosi si accostano alla Commedia considerandola un oggetto archeologico e si rapportano a Dante e al suo mondo ideale con gelido distacco: un universo, quello del Poeta, con i suoi valori, compresi quelli religiosi, che non apparterrebbe a noi «moderni», per i quali non esisterebbe alcuna «verità». Ma una simile posizione, lungi dall’essere «scientifica» e «neutrale», non potrebbe ritenersi, in realtà, fortemente ideologizzata? Auerbach1 studiò gli «appelli al lettore» presenti nella Divina Commedia, i luoghi, cioè, nei quali Dante chiede un coinvolgimento operativo nel meditare e far propri gli insegnamenti che di volta in volta egli propone. Questo, aggiungiamo noi, in perfetta sintonia con l’esegesi biblica cristiana (non soltanto medioevale2) secondo la quale dalle Scritture occorre trarre, come vital nutrimento, il senso «spirituale» per farne motore al vivere ed all’agire (Isaia, 55, 10-11, aveva scritto che, sì come la pioggia non scende mai sulla terra senza che da questa aiuti a nascere i frutti, così la Parola di Dio non scende mai nell’uomo senza produrre risultati mirabili3). 1 Erich AUERBACH, Dantes Addresses to the Reader, «Romance Philology», VII(1954), 4, pp. 268-278; trad. ital. Gli appelli di Dante al lettore, in ID., Studi su Dante, a cura di Dante Della Terza, Milano, Feltrinelli 1996, pp. 309-323. 2 Per quanto riguarda l’attualità di questa esegesi nella Chiesa cattolica, si rimanda al Concilio ecumenico Vaticano II e al Catechismo della Chiesa...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.