Show Less

«… che solo amore e luce ha per confine»

Per Claudio Sensi (1951-2011)

Series:

Edited By Silvia Fabrizio-Costa, Paolo Grossi and Laura Sannia Nowé

In ricordo di Claudio Sensi, Professore di Letteratura Italiana all’Università di Torino, il volume raccoglie contributi di ricercatori attivi in Europa, in particolare nelle Università di Caen e di Cagliari, legati da rapporti professionali e di amicizia tra loro e con lo studioso scomparso. In omaggio a Sensi, i saggi, in francese e in italiano, concernono epoche e argomenti lui cari, dal Duecento alla contemporaneità: Dante, l’epoca barocca, i viaggi, la classicità tra Sette e Ottocento, Pascoli, Pavese, Montale, Bufalino, studi di comparatistica e sulla letteratura italiana del XXI secolo.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Riassunti/Résumés 431

Extract

Riassunti Pérette-Cécile BUFFARIA Sconfinamenti verso il fantastico: Dieci prove di fantasia di Cesare Segre Cesare Segre propone ai suoi lettori dieci racconti brevi, Dieci prove di fantasia, che sono a metà strada tra saggistica e finzione. I protagonisti sono esseri di carta, personaggi o autori della letteratura latina, francese, italiana o spagnola. Due “interviste impossibili” chiudono questa preziosa raccolta. Il racconto senz’altro più originale e commovente tra questi dieci testi è Come si fa a morire che evoca l’ultima notte di Cesare Pavese. Il filologo rinuncia alle frontiere dei generi letterari, cede la sua penna allo scrittore che rende omaggio all’autore del Mestiere di vivere, di Lavorare stanca, di Verrà la morte e avrà i tuoi occhi per offrirgli in qualche modo un elegante tombeau. Giovanna CALTAGIRONE Gesualdo Bufalino, Museo d’ombre. Il paradosso dell’enciclopedia come immagine dell’io Bufalino si fa testimone e profondo interprete della modernità affidando alla parola il compito di restituire vita laddove è cessata, di “Riessere” non ad un passato affatto idilliaco ma ad una condizione perduta di «alleanza» fra uomo e cose. L’io che ricorda e le cose ricordate conservano e, insieme, dànno al mondo un nuovo ordine mediante il seicentesco modello della classificazione enciclopedica che assurge a nuovissimo genere letterario nella scrittura barocca dell’autore. Andrea CANNAS Galilei, il Linceo, brandisce una testa di Medusa: un mito non accidentale nel Dialogo sopra i due massimi sistemi Il saggio si sviluppa a partire dalle battute “iniziali” del Dialogo sopra i due massimi sistemi: a proposito dell’immutabilit...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.