Show Less

Dalla tragedia al giallo

Comico fuori posto e comico volontario

Series:

Edited By Costantino C.M. Maeder, Gian Paolo Giudicetti and Amandine Mélan

I saggi riuniti in questo libro sono dedicati alla comicità nella letteratura, nella saggistica e nell’opera italiane, in particolare alla comicità fuori posto in opere di Campanile, Guicciardini, Dumas, Ariosto, Gadda, Flaiano, Wolf-Ferrari, Camilleri, Lakhous, Wolf-Ferrari, Verdi, Eco, Svevo e altri. Il comico è in un certo senso sempre fuori posto, un contrasto tra un evento, una frase, una scena inappropriata e un contesto che di per sé non si presta a quell’evento, quella frase, quella scena. Proprio per riflettere su questo contrasto, il libro si sofferma su quei contesti che ancor meno di altri son predisposti ad accogliere il comico e a suscitare una risata: la tragedia del Cinquecento, il genere epistolare, l’opera seria, la saggistica seriosa, il tutto attraverso l’accostamento di approcci diversi: dalla filologia alla semiotica, all’analisi testuale, agli studi culturali. Sorgerà forse al lettore la domanda: sono questi approcci troppo seri per affrontare il tema della comicità, tanto da essere a loro volta fuori posto?

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Il giallo si tinge di comico - Inge Lanslots

Extract

219 Il giallo si tinge di comico Inge LANSLOTS Lessius Antwerpen / Katholieke Universiteit Leuven Yet, this smile does not bring unhappiness, but rather elevation and liberation, the lucidity of consolation. Critchley, On Humour, p. 111 Cornice e incastri Nel vasto mare della produzione giallistica, che conosce da qualche anno un boom che a sua volta pone subito la questione dell’esistenza di una tradizione giallistica italiana, del ruolo e dell’impatto sia delle incursioni di altri generi che degli ipergialli, della problematizzazione del genere e dei sottogeneri, si desidera privilegiare l’opera narrativa di un autore detto cantastorie: Andrea Camilleri. Dal 1994 in poi, il siciliano poliedrico, a cui si è più che tentati di attribuire la re- invenzione del giallo, genere di cui allora si presumeva l’inesistenza in Italia, si è dedicato sempre di più alla scrittura lanciando e alternando due filoni, quello del romanzo storico con una forte componente giallistica, ambientato in Sicilia, e la serie di episodi del commissario Montalbano, resi famosi grazie alle puntate televisive con Luca Zingaretti, ex allievo dello stesso Camilleri all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica che continua ad interpretare la parte del commissario. Negli stessi anni Novanta, in seguito ai primi successi strepitosi, la popolarità e il carattere innovativo della produzione narrativa di Camilleri venivano sanciti come caso letterario e, come afferma Ornella Palumbo nel suo studio monografico L’incantesimo di Camilleri: […] per caso Camilleri s’intende 1. che al travolgente favore del pubblico non corrisponde la valutazione della critica, spesso perplessa; 2. che l’autore ha pubblicato il suo...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.