Show Less
Restricted access

Catégories et mots de la politique à la Renaissance italienne - Categorie e termini della politica nel Rinascimento italiano

Series:

Edited By Jean-Louis Fournel, Hélène Miesse, Paola Moreno and Jean-Claude Zancarini

L’histoire des perplexités et des indéterminations dans la langue de la politique reste à faire. Cet ouvrage a choisi de s’arrêter sur un moment décisif de cette histoire : le tournant des XV e et XVI e siècles en péninsule italienne, un véritable laboratoire de la langue et des idées. Les contributions de chercheurs internationaux de renom, de plusieurs disciplines, viennent éclairer ce moment de l’histoire pour parvenir à une « grammaire » de la politique aux origines de la Modernité.
Il s’agit, en ultime instance, de comprendre de quelle façon s’articulent entre eux les mots et les choses, les termes et les catégories conceptuelles. Pour ce faire, cet ouvrage procède à l’étude de concepts clés, de « constellations terminologiques » articulées autour de noyaux sémantiques et lexicaux, et à l’analyse de la construction du discours et de la rhétorique politiques. Ceci permet de faire dialoguer les textes entre eux et, par conséquent, de leur rendre leur charge de vie et de sens.
Una storia della lingua politica è ancora tutta da fare. In questo volume si è scelto di mettere a fuoco un momento decisivo di questa storia: la svolta tra il quindicesimo e il sedicesimo secolo nella penisola italiana, un vero e proprio laboratorio per la lingua e le idee. I contributi di studiosi di fama internazionale, di varie discipline, gettano nuova luce su questo momento della storia, per giungere ad una «grammatica» della politica al principio della Modernità.
In ultima istanza, l’obiettivo è quello di comprendere come si articolano le parole e le cose, i termini e le categorie concettuali. Per fare questo, il volume procede allo studio di concetti-chiave, di «costellazioni terminologiche» articolate intorno a nuclei semantici e lessicali, e all’analisi della costruzione del discorso e della retorica politica. Questo permette di fare dialogare i testi tra di loro e, di conseguenza, di restituire loro il proprio carico di vita e di senso.
Show Summary Details
Restricted access

Introduzione

Extract



Paola MORENO, Hélène MiESSE

Université de Liège Transitions. Département de recherches sur le Moyen Âge tardif & la première Modernité

Questo volume è il risultato di una sinergia : tra colleghi, tra maestri ed allievi di diverse generazioni, tra istituzioni universitarie di più paesi, ma soprattutto tra specialisti appassionati, che condividono ormai da qualche anno la convinzione che, nello studio dei fatti politici in senso largo, l’analisi delle parole e dei discorsi sia un percorso indispensabile, preliminare ad ogni tipo di ricostruzione di avvenimenti e idee.

Questo approccio parte infatti dall’idea che i cambiamenti di senso, le ambiguità semantiche che si possono osservare a partire dalle parole, esaminate nei loro contesti, siano indicatori di fenomeni che vanno ben al di là della dimensione puramente lessicologica, segnalando trasformazioni concettuali di ampia portata, che permettono di gettare una luce nuova sulle congiunture storiche e sul modo in cui gli attori del momento le hanno interpretate per agire. Non solo : tutti noi siamo convinti che se i fatti riguardanti la lingua vengono contestualizzati, nello spazio come nel tempo, è possibile capire senza anacronismi un linguaggio – quello di cui ci serviamo per indicare categorie politiche –, di cui ancora non sono stati precisati la genealogia, l’evoluzione e la portata d’uso.

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.