Show Less
Restricted access

Armonia e conflitti

Dinamiche familiari nella narrativa italiana moderna e contemporanea

Series:

Edited By Ilaria de Seta

Da alcuni anni, numerosi convegni, pubblicazioni e mostre nel campo della letteratura italiana rivelano un’attenzione crescente verso il tema della famiglia. I rapporti di natura familiare determinano dinamiche particolari tra i personaggi di opere narrative e amplificano il senso generale del loro confronto con la vita. Armonia e conflitti non sono che i due poli delle variegate situazioni che emergono nella trama di romanzi e racconti moderni e contemporanei. Le relazioni tra genitori e figli, il legame tra mariti e mogli, il vincolo tra fratelli e sorelle costituiscono il centro di un sistema di rapporti che prendono forme diverse. Nel volume ogni contributo, analizzando la natura dei problemi familiari presenti nei vari autori trattati e interpretandoli come ingresso privilegiato nei rispettivi universi, aggiunge un tassello allo studio di questo affascinante snodo tematico. Giancarlo Alfano, Daniele Comberiati, Fabio Danelon, Ilaria de Seta, Claudio Gigante, Monica Jansen, Matteo Palumbo, Mara Santi, Sebastiano Triulzi, Bart Van den Bossche e Franco Zangrilli ci introducono in questo viaggio. Distribuiti in due parti, Tra Otto e Novecento e Dal secondo dopoguerra a oggi, i capitoli sono dedicati in parte ad autori grandi e immancabili e in parte ad autori da ri-leggere: Manzoni, Pirandello, Tozzi, Svevo, Martini, Landolfi, Berto, Fallaci e Muratori.
Show Summary Details
Restricted access

Va bene! La famiglia nelle novelle di Pirandello

Extract



Bart Van DEN BOSSCHE

K.U. Leuven

La novella Va bene, pubblicata nella «Nuova Antologia» nel 1905 e poi in volume nel 19061, racconta, in una forma discorsiva che imita in alcune parti un verbale d’impostazione burocratica o giudiziaria, le alterne vicende, capricciose e prevedibili ad un tempo, della vita familiare e professionale di Cosmo Antonio Corvara Amidei. Nato il 12 febbraio 1861 (data tutt’altro che priva di significato, come si vedrà entro breve)2, il piccolo Cosmo cresce come un bambino malaticcio, bistrattato dal padre per le sue ingenuità. All’età di nove anni entra nel seminario, dove i fervori religiosi della sua vita nova s’interrompono bruscamente all’età di sedici anni, quando perde non solo la fede, ma anche la parola e un po’ la vista. Alla fine di una lunga malattia riesce a riprendere gli studi e dopo aver conseguito la laurea in Lettere si prospetta una carriera nelle istituzioni dello Stato unitario. Inizia ad insegnare in un liceo a Sassari, dove è accolto in casa dal collega Dolfo Dolfi, personaggio impetuoso e libero pensatore. Morto Dolfi, Cosmo Corvara si sente costretto, principalmente per motivi di decoro, a sposare la figlia del suo protettore, Satanina. Grazie all’aiuto di un deputato riesce a farsi trasferire ad un non meglio specificato Ministero. Saranno i suoi colleghi al Ministero a ribattezzarlo il «professor Vabene», per via della sua abitudine a rispondere invariabilmente, ad ogni richiesta o domanda, «Va bene», frase che calza a perfezione con il suo atteggiamento...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.