Show Less
Restricted access

Idéologies sur la langue et médias écrits : le cas du français et de l’italien / Ideologie linguistiche e media scritti: i casi francese e italiano

Series:

Edited By Wim Remysen and Sabine Schwarze

Cet ouvrage est le second de deux volumes publiés à la suite de la troisième édition du colloque international Les idéologies linguistiques dans la presse écrite : l’exemple des langues romanes (ILPE 3), tenue à l’Université d’Alicante en octobre 2017. Il réunit 15 articles qui abordent, sous divers angles, la question des idéologies linguistiques véhiculées dans la presse de langue française et italienne.

Questo libro è il secondo di due volumi pubblicati in seguito alla terza edizione del colloquio internazionale La mediazione di ideologie linguistiche attraverso la stampa: il caso delle lingue romanze (ILPE 3), tenutosi presso l'Università di Alicante nell'ottobre 2017. Raccoglie 15 contributi che affrontano, da angolazioni diverse, temi relativi alle ideologie linguistiche veicolate dalla stampa francese e italiana.

Show Summary Details
Restricted access

Forestierismi e nomi professionali femminili in un anno di rassegna stampa dell’Accademia della Crusca (Raffaella Setti)

Extract

Raffaella Setti (Università degli Studi di Firenze)

Forestierismi e nomi professionali femminili in un anno di rassegna stampa dell’Accademia della Crusca

Riassunto: Nel contributo viene analizzata la rassegna stampa del 2016 relativa al rapporto tra Accademia della Crusca e le scelte linguistiche dei giornalisti su due questioni di attualità: la diffusione dei nomi professionali femminili (sindaca, ministra, assessora, ecc.) e le proposte di sostituzione di alcuni anglismi incipienti da parte di accademici e linguisti. Dal confronto si è provato a mettere in luce le idee di lingua che guidano le scelte linguistiche dei professionisti dell’informazione e le loro reazioni di fronte alle indicazioni degli esperti.

Abstract: This article analyses the press release of 2016 which about the relationship between the Accademia della Crusca and the journalist’s linguistic choices concerning two current issues: the spread of the female professional names and the academic replacement’s suggestions of some incipient Anglicism. From this comparison, we have tried to show the ideas of language, which bring the journalists to their linguistic choices and their reactions to the expert’s indications.

1. Introduzione

Chi si rivolge all’Accademia della Crusca per risolvere dubbi linguistici si aspetta, in primo luogo e nella maggioranza dei casi, la regola, l’indicazione chiara e inequivocabile su che cosa sia giusto e sbagliato. Con grande tenacia e impegno negli ultimi vent’anni, sulle tracce dell’esempio lungimirante di Giovanni Nencioni1, l’Accademia ha adottato una politica di “servizio” linguistico2, ovvero←83 | 84→ un tipo di consulenza che...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.