Show Less

La corrispondenza di Lodovico Antonio Muratori col mondo germanofono

Carteggi inediti- Con la collaborazione di Daniela Gianaroli

Series:

Edited By Fabio Marri and Maria Lieber

Si completa l’edizione delle lettere scambiate tra Muratori (1672-1750) e i suoi numerosi corrispondenti di area tedesca. I carteggi coi nomi più noti (come Imhof, i Mencke, i Fabricius) erano stati curati dagli stessi autori in due pubblicazioni di questa collana ( L. A. Muratori und Deutschland, 1997; Die Glückseligkeit des gemeinen Wesens, 1999); vi si aggiunge qui, fra gli oltre 30 carteggi, quello inedito di ben 142 lettere (comprese due di Muratori, finora non attribuite) con Gottfried Philipp Spannagel, tedesco dalle origini misteriose che in Italia si presentò come «Goffredo Filippi». Sono incluse varie corrispondenze austriache, fino ad oggi edite solo in minima parte. I testi sono pubblicati dopo accurata revisione sugli originali, e preceduti da ampie introduzioni.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Johann Jakob Leu 153

Extract

153 JOHANN JAKOB LEU Johann Jakob Leu1 nacque il 26 gennaio 1689, figlio di un consigliere comunale, in una famiglia residente a Zurigo fin dal tempo della Riforma. Durante la sua formazione frequentò i seminari del noto medico e naturalista Johann Jakob Scheuchzer; con lui nel 1705 intraprese un viaggio scientifico in Svizzera, del quale ci restano le annotazioni.2 Nel 1706 entrò in contatto a Basilea con lo sto- rico Johann Jakob Hofmann e, dietro suo suggerimento, progettò una vasta enciclopedia storico-biografica.3 Nel 1708 conseguì il dottorato in giurispru- denza a Marburgo e fece numerosi viaggi di studio in Germania, Olanda e Francia. Nel 1709 Leu cominciò la carriera tipica del magistrato zurighese: ini- zialmente come segretario nell’amministrazione statale, poi come giudice presso la cancelleria. Nel frattempo, entrò nell’amministrazione della biblioteca civica presso la Wasserkirche e il Collegium Insulanum, di cui fu fatto direttore nel 1716. Nel 1729 Leu divenne notaio comunale, e nel 1735 gli fu attribuito il vica- riato di Kyburg, grande circa i due terzi del territorio zurighese. Nel 1742 tornò a Zurigo e, due anni più tardi, ottenne un impiego come consigliere presso il Consiglio Minore della città; nello stesso 1744 gli fu affidato anche il vicariato di Männedorf. Nel 1749 Leu divenne Säckelmeister (ministro delle finanze) di Zurigo; nel 1754 fu eletto presidente a vita della Zinskommission (commissione 1 Lo scambio epistolare con Leu viene riportato dal momento che questi rimane l’unico corrispondente dalla Svizzera tedesca. A proposito di Leu cfr. Marianne Vogt,...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.