Show Less

La corrispondenza di Lodovico Antonio Muratori col mondo germanofono

Carteggi inediti- Con la collaborazione di Daniela Gianaroli

Series:

Edited By Fabio Marri and Maria Lieber

Si completa l’edizione delle lettere scambiate tra Muratori (1672-1750) e i suoi numerosi corrispondenti di area tedesca. I carteggi coi nomi più noti (come Imhof, i Mencke, i Fabricius) erano stati curati dagli stessi autori in due pubblicazioni di questa collana ( L. A. Muratori und Deutschland, 1997; Die Glückseligkeit des gemeinen Wesens, 1999); vi si aggiunge qui, fra gli oltre 30 carteggi, quello inedito di ben 142 lettere (comprese due di Muratori, finora non attribuite) con Gottfried Philipp Spannagel, tedesco dalle origini misteriose che in Italia si presentò come «Goffredo Filippi». Sono incluse varie corrispondenze austriache, fino ad oggi edite solo in minima parte. I testi sono pubblicati dopo accurata revisione sugli originali, e preceduti da ampie introduzioni.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Appendice: Matthias Mangold(t) 449

Extract

449 Appendice MATTHIAS MANGOLD(T) Le scoperte riservate dall’Archivio Muratoriano a chi ricerca pazientemente, anche quando è in fase di stampa il libro cui si credeva di aver affidato tutto, non vengono mai meno. Ecco allora emergere un biglietto di otto righe (formalità escluse), firmato da un “Mangoldtius” che sigla il prenome colla semplice ini- ziale M. La famiglia Mangold(t) sembra essere particolarmente radicata a Basi- lea, dove certamente visse il giurista e antiquario Sebastian Faesch (1647-1712), citato nel biglietto come destinatario di un “fascicolo” (forse il primo volume degli Anecdota, uscito nel luglio 1697) che Muratori desiderava fargli pervenire attraverso il suo corrispondente (certo conosciuto a Milano, da un cui “ospizio” o albergo Mangoldt gli scrive, indirizzando il foglio “ad aedes”, cioè alla casa di Muratori). Proponiamo l’identificazione con Matthias Mangold (Basilea, 1651- 1719), teologo, predicatore, educatore, arcidiacono a Basilea dal 1691, di cui sono noti viaggi in Italia (come pure di Faesch, che vi rimase addirittura due anni venendo aggregato all’accademia dei Ricovrati di Padova).1 Non abbiamo invece finora identificato il padre Ercole che Mangoldt accomuna a Muratori nel ringraziamento per l’accoglienza ricevuta a Milano. Pubblichiamo il testo senza correggere le improprietà di lingua latina, e avvertendo che le letture iterato, p e desideratiss sono incerte. 1 Cfr. rispettivamente le schede di Jöcher, 1750-1751, rifluite nel DBA (800, 290; II 315, 65 e 59-61) e nel WBIS. 450 1 Mangoldt , 15 agosto 1697 S. P. Excellentissime Vir Accepi gratissemas tuas cum fasciculo quem per me clarissimum...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.