Show Less

Testi brevi

Teoria e pratica della testualità nell’era multimediale

Series:

Edited By Gudrun Held and Sabine Schwarze

Nel paesaggio comunicativo odierno, che sottopone la scrittura a tensioni e accelerazioni senza precedenti, la brevità assume un ruolo costitutivo. I formati brevi si adattano perfettamente ai ritmi comunicativi accelerati e al marcato orientamento verso l’aspetto visivo. Le implicazioni per l’interpretazione della brevità in chiave semiotica e linguistica sono multiple. Con la complessità semiotica e mediatica dell’attuale produzione testuale si ripone il problema della definizione di testualità. Si richiedono schemi tipologici e tassonomici adattati alla produzione testuale diretta in gran parte da regole promozionali di un infomarketing sempre più tecnologizzato. Emerge l’esigenza dell’approfondimento di aspetti teorici e metodologici su una base empirica solida. Il volume è dedicato alle caratteristiche linguistiche e alla vasta gamma formale e funzionale, in cui la brevità si manifesta come categoria comunicativa nell’era multimediale.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Parte IV: Il testo breve di tipo promozionale

Extract

213 I foglietti illustrativi dei cosmetici Adriana PELO (Roma) Abstract The instruction leaflet for the cosmetics, a genre rarely studied by linguistics, consists generally of two explanatory parts. The first part is descriptive/informative and the second regula- tive/procedural. The article examines the linguistic and textual aspects of the first of these two parts considering their functional combination of scientific information and attention seeking. Indice 1. Tipologia del foglietto illustrativo 2. Il foglietto illustrativo dei cosmetici: la struttura 2.1. L’impostazione comunicativa: il piano descrittivo-informativo 2.2. Lo stile della comunicazione: ethos e pathos 3. Conclusioni 4. Bibliografia 1. Tipologia testuale del foglietto illustrativo Il foglietto illustrativo, testo „mediamente vincolante“, assimilabile alla più gene- rica categoria delle “istruzioni per l’uso” (Sabatini 1999, Mortara Garavelli 1988:165), affianca al principale scopo prescrittivo una finalità di tipo descrittivo- informativo; inoltre, per le sue caratteristiche strutturali di concisione ed essenzia- lità, trova una sua collocazione anche nell’ambito dei testi brevi. Mi sono proposta pertanto di esaminare un corpus di circa 50 esemplari contenuti nelle confezioni di prodotti cosmetici di differente prezzo, di numerose e varie marche in com- mercio, e destinati a un pubblico femminile.1 Il fine è di analizzare alcuni aspetti del linguaggio di tale tipo di testo. Si tratta, in altre parole, di evidenziarne le mo- dalità dell’esposizione e le strategie comunicative, le quali sono rivolte al destina- tario e hanno il fine di soddisfarne le aspettative.2 Tutto ciò comporta, come ve- 1 Sono prodotti per il trucco e per la cura del viso e...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.