Show Less

Un dizionario elettronico delle collocazioni come rete di relazioni lessicali

Studio sul campo semantico della "paura</I>

Series:

Laura Giacomini

Lo studio, condotto sul campo semantico di paura, mira alla creazione di un modello di dizionario elettronico delle collocazioni italiane con finalità attiva. I dati automaticamente estratti da un corpus di testi giornalistici contenente all’incirca 300 milioni di parole vengono sottoposti ad una approfondita analisi lessicologica che alla descrizione sintagmatica delle collocazioni candidate aggiunge parametri tratti dagli studi psicologici nonché i ruoli tematici, l’azione verbale e il concetto di prototipo. Ciò consente la suddivisione delle collocazioni in macroclassi con specifiche caratteristiche sintattiche, semantiche e pragmatiche. Ne risulta una base lessicografica di tipo onomasiologico, in cui i nessi tra collocazioni sono visibili all’utente grazie ad un solido sistema di rinvii.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

2 Corpus, cooccorrenze ed analisi statistica

Extract

Il capitolo 2 è dedicato alla descrizione dell'approccio automatizzato e manuale ai dati provenienti dal corpus. La sezione 2.1 si occupa di descrivere nelle sue caratteristiche il corpus giornalistico utilizzato come base empirica di questo studio. La sezione 2.2 è incentrata sulla definizione del concetto di collocazione come premessa indispensabile al lavoro di selezione del materiale lessicale estratto. Il capitolo prosegue con la presentazione dettagliata dei metodi di estra- zione e di valutazione statistica e manuale di tale materiale (sezione 2.3), ed in- troduce l'analisi sintattica e lo spoglio concreto delle collocazioni candidate, ar- gomenti che saranno oggetto del capitolo successivo. 2.1 Caratteristiche del corpus utilizzato La ricerca condotta si può definire di tipo corpus-based, poiché muove dall'ipo- tesi di applicabilità di un modello di rete lessicale sintattico-semantica alle col- locazioni e compiendo osservazioni empiriche sulla regolarità e la distribuzione dei fenomeni combinatori nel testo, verifica tale ipotesi e la trasforma in una concreta descrizione lessicografica92. Si potrebbe parlare con Lemni- tzer/Zinsmeister (2006: 36-37) di empirismo moderato, poiché muoverò da atte- stazioni della lingua concreta, e tenendo sempre conto degli enunciati teorici (ad esempio grammaticali o pragmatici) avrò come obiettivo quello di giungere ad un modello di rete lessicale adeguato all'obiettivo finale di una rappresentazione lessicografica dei sostantivi in analisi. Si tratta di una impostazione che dà rilie- vo all'interazione semantica delle parole nel contesto ed unisce un approccio ai dati quantitativo, sviluppato grazie a modelli statistici in uso nella linguistica computazionale, a quello qualitativo, che punta ad interpretare le occorrenze nel-...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.