Show Less

Rivoluzione copernicano-newtoniana e sentimento in Kant

Series:

Piero Giordanetti

Il volume analizza il rapporto fra la scoperta di sentimenti e affetti a priori e la rivoluzione nel modo di pensare annunciata nella «Prefazione» alla seconda edizione della Critica della ragion pura. Il lavoro mostra che il passaggio dall’ipotesi alla certezza apodittica, da Niccolò Copernico a Isaac Newton tanto nella filosofia speculativa quanto nella filosofia morale è inscindibilmente connesso con la scoperta dei sentimenti a priori del rispetto, della soddisfazione di sé, dell’interesse, della tensione, dell’esigenza e della tendenza, a loro volta strettamente legati a temi come il primato della ragione pura pratica, la fede razionale e l’educazione al sublime morale. Il libro esamina l’importanza di John Milton, Michel de Montaigne, Emanuel Swedenborg e Virgilio per la riflessione kantiana.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Riassunto

Extract

Il presente volume si prefigge di svolgere ricerche su di un tema ancora poco indagato: il rapporto fra la scoperta di sentimenti e affetti a priori nella Critica della ragion pratica e la rivoluzione nel modo di pensare annunciata nella «Prefazione» alla seconda edizione della Critica della ragion pura. Il primo capitolo esaminerà alcuni aspetti del rapporto fra il ruolo dei senti- menti e il modello newtoniano in alcuni scritti precritici. Il secondo capitolo pre- senterà un quadro della teoria morale della Critica della ragion pura con l’intento di mostrare come in essa il sentimento sia concepito sempre come ele- mento a posteriori ed empirico. Il terzo capitolo sarà dedicato all’esame del concetto di ‘rivoluzione nel mo- do di pensare’ formulato nella «Prefazione» alla seconda edizione della Critica della ragion pura e del suo rapporto con il modello proposto da Newton. Per lo più ci si avvale dell’espressione ‘svolta copernicana’. Emergerà come questa espressione permetta di comprendere solo una parte di quanto Kant intende compiere. Come Keplero e Newton conferiscono certezza apodittica alle ipotesi di Copernico così Kant si propone di trasformare in certezza apodittica le ipotesi della critica della ragion pura speculativa. L’unica possibilità di dimostrare og- gettivamente le idee trascendentali di libertà, Dio e immortalità è la realtà ogget- tiva della coscienza della legge morale. Kant vuole, quindi, diventare il Newton del mondo dei fenomeni e delle cose in sé. Il quarto capitolo, infine, considererà la sfera dei sentimenti e degli affetti nella «Dialettica» e nella «Dottrina del metodo...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.