Show Less

«Noio volevàn savuàr»

Studi in onore di Edgar Radtke del sessantesimo compleanno- Festschrift für Edgar Radtke zu seinem 60. Geburtstag

Series:

Silvia Natale, Daniela Pietrini, Nelson Puccio and Till Stellino

La miscellanea in occasione del sessantesimo compleanno di Edgar Radtke contiene una serie di articoli scientifici redatti dai suoi colleghi, amici e allievi. Gli articoli riguardano diverse aree della linguistica e trattano l’italiano e il francese contemporaneo, il substandard, il linguaggio giovanile come anche aspetti del lessico e delle lingue settoriali. Al centro dell’interesse anche i cambiamenti linguistici e sociali, la storia e la riflessione linguistica, la geolinguistica e l’etnolinguistica e questioni centrali nell’ambito linguistico e culturale della Campania.
Die Festschrift anlässlich des 60. Geburtstags von Edgar Radtke enthält eine Reihe von wissenschaftlichen Aufsätzen von Kollegen, Freunden und Schülern aus verschiedenen Bereichen der Sprachwissenschaft. Die Beiträge umfassen diverse Thematiken: Behandelt werden unterschiedliche Gebiete des Italienischen und Französischen der Gegenwart, des Substandards und der Jugendsprache sowie Fragen aus Lexik und Fachsprachen. Sprach- und Gesellschaftswandel, Sprachgeschichte und Sprachreflexion, Geo- und Ethnolinguistik sowie Fragestellungen zum kampanischen Sprach- und Kulturraum werden ebenfalls diskutiert.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Liberi tutti! L’affermazione del turpiloquio nella politica italiana. Alberto A. Sobrero

Extract

Liberi tutti! L’affermazione del turpiloquio nella politica italiana Alberto A. Sobrero Caro Edgar, qui a Lecce, in una delle prime occasioni in cui ci incontrammo, nel 1980, par- lavi di ‘eufemismo e norma sociale’ e osservavi che questo eufemismo “rappre- senta par excellence un procedimento lessicale che deve la sua formazione a motivazioni estrinseche che esigono impostazioni metodologiche alla base delle quali stia l’interdisciplinarità della linguistica con l’antropologia e la sociolo- gia”1. E’ passata molta acqua sotto i ponti, da allora, e in un certo settore della lingua il flusso si è invertito: invece della spinta sociale a mascherare una for- ma interdetta vi prevale la spinta politico-mediatica a smascherarla. Dall’interdizione all’esibizione. A trent’anni di distanza, in questa bella occa- sione, voglio riprendere proprio da Lecce lo stesso argomento, ma lo devo fare a colori invertiti: dall’eufemismo al disfemismo. E devo strizzare l’occhio a una ben diversa – ma a quanto pare indispensabile - interdisciplinarità: non più con la pensosa antropologia e con la problematica sociologia ma con il mondo leg- gero e giocoso (o no?) della pubblicità, del marketing, del Grande Fratello. Scampoli di campagna elettorale, fine maggio 2011: - “Bossi ci tiene alle balle” (sul quotidiano Libero: qui ‘balle’ va inteso co- me ‘testicoli’) - “Noi vinceremo, pezzo di merda” (Bossi a un giornalista, in conferenza stampa) - “Bossi fa una pernacchia a Formigoni” (titolo, o sottotitolo, su quasi tutti i quotidiani) - “Guadagnando un punto e mezzo le è andata già di culo” (Sallusti, diretto- re del Giornale, parlando...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.