Show Less

Fraseologia e fraseografia bilingue

Riflessioni teoriche e applicazioni pratiche nel confronto Tedesco-Italiano

Series:

Luisa Giacoma

Dopo un inquadramento teorico della fraseologia e una panoramica della fraseografia monolingue e bilingue viene qui analizzato il trattamento delle espressioni idiomatiche all’interno dei dizionari di Tedesco-Italiano. Ne emerge la necessità di migliorarne la registrazione lessicografica e pertanto vengono illustrate le scelte fatte a tal fine nei dizionari dei quali Luisa Giacoma è coautrice. Chiude questo studio una proposta di voce «ideale» che sintetizza quanto è stato fatto negli ultimi anni, soprattutto nei dizionari fraseologici di Hans Schemann, e quanto resta ancora da fare per rendere sempre più usufruibile il patrimonio di espressioni idiomatiche, introducendo informazioni che ne descrivano in modo esplicito gli aspetti lessicali, sintattici, semantici, pragmatici e stilistici.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

2 Le EI nei dizionari bilingui: le esigenze di chi consulta ildizionario e il lavoro del lessicografo

Extract

43 2 Le EI nei dizionari bilingui: le esigenze di chi consulta il dizionario e il lavoro del lessicografo Chi progetta e scrive un dizionario si trova ad affrontare sostanzialmente due problemi: scegliere il materiale che vi vuole registrare (macrostruttura) e decidere come descriverlo all’interno delle voci lessicografiche (microstruttura)1. La risposta cambia naturalmente in base al tipo di dizionario che si vuole realizzare, monolingue o bilingue, generale o specialistico e soprattutto in base al pubblico al quale esso è destinato. Il lessicografo deve avere ben presente quale lettore consulta il dizionario, in quale situazione e con quale scopo. Nel caso di un dizionario bilingue egli si deve chiedere quali informazioni sulle EI ha bisogno di trovare l’apprendente di una lingua straniera per comprendere e usare correttamente le EI. La fraseografia tradizionale (Koller 1987) ha già formulato da tempo i desiderata dei quali un dizionario di EI ideale dovrebbe tenere conto: 1. utilizzo dei corpora che diano informazioni sull’uso all’interno della lingua sia scritta che parlata 2. indicazioni di frequenza 3. economia della descrizione: le indicazioni devono essere pensate per il potenziale lettore e i potenziali usi 4. contrastività 1 Per una definizione dei due termini vedi Marello (1989: 239): Macrostruttura il disegno formale del dizionario a livello di scelta di lemmi. Questioni di macrostruttura sono ad esempio: l’adozione dell’ordine alfabetico, o sistematico, o per famiglie lessicali; l’introduzione di lemmi formati di più parole o costituiti da sigle; il comportamento nei confronti dei lemmi omonimici; il numero di lemmi da introdurre...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.