Show Less

Gli italiani locali di Sardegna

Uno studio percettivo

Series:

Noemi Piredda

La Sardegna presenta un panorama linguistico particolarmente vario e complesso. Questa eterogeneità (linguistica) si rispecchia nella pluridimensionalità dei suoi spazi comunicativi. Lo scopo principale di questo lavoro è l’indagine di tali spazi comunicativi, esaminando la varietà areale parlata in Sardegna; si è perciò osservata la percezione dell’italiano regionale sardo nella sua distribuzione locale, da parte dei suoi parlanti, utilizzando gli strumenti e le teorie della varietistica percettiva. I risultati mostrano come la percezione del parlante possa fornire alla linguistica tradizionale un sostegno molto importante, se non, addirittura, in alcuni casi, fondamentale.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

2 Situazione linguistica in Sardegna

Extract

Est una fiza senza mama, e l’han fatta sas undas presonera [...]. (Antoni Piredda, nella moda A sos emigrados, cantata a Genova) Furat chie enit dae su mare (antico detto sardo) 2.1 La Sardegna: panorama linguistico 2.1.1 Status La fisionomia linguistica di un paese è il risultato di una serie di vicende storiche che, mentre da una parte la determinano, dall’altra sono in essa riflesse. (Sanna 1957: 13) La Sardegna presenta un quadro linguistico abbastanza vario e complesso che trova la sua origine nell’intreccio delle vicende storiche e socioeconomiche accadute nei secoli, comportando così la situazione attuale. Proprio la condizione odierna dell’isola risulta importante per poter com- prendere al meglio il panorama linguistico che la caratterizza. Partendo da alcune informazioni di natura geografico-socioeconomica, la Sardegna è una regione autonoma a statuto speciale della Repubblica Italiana e costituisce per estensione la seconda isola italiana e dell’intero Mediterraneo (23.821 km²), la sua bassa densità di popolazione (1.669.000 abitanti, 69 ab./km²) porta la Sardegna al terzultimo posto fra le regioni italiane, seguita soltanto dalla Valle d'Aosta e dalla Basilicata.63 L’allevamento e l’agricoltura rimangono ancora oggi fra le attività economiche più importanti per l’economia sarda (Istituto Geografico De Agostini 2009: 218). Tuttavia pensare che la società sarda sia di tipo rurale risulta troppo riduttivo: In questo quadro, non si può prescindere dalla constatazione che la Sardegna è una società “moderna”, i suoi cittadini sono del tutto partecipi, nel bene e nel male, dell’universo di valori e di aspettative che caratterizzano la modernità, così come delle persistenti contraddizioni di...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.