Show Less

Gli italiani locali di Sardegna

Uno studio percettivo

Series:

Noemi Piredda

La Sardegna presenta un panorama linguistico particolarmente vario e complesso. Questa eterogeneità (linguistica) si rispecchia nella pluridimensionalità dei suoi spazi comunicativi. Lo scopo principale di questo lavoro è l’indagine di tali spazi comunicativi, esaminando la varietà areale parlata in Sardegna; si è perciò osservata la percezione dell’italiano regionale sardo nella sua distribuzione locale, da parte dei suoi parlanti, utilizzando gli strumenti e le teorie della varietistica percettiva. I risultati mostrano come la percezione del parlante possa fornire alla linguistica tradizionale un sostegno molto importante, se non, addirittura, in alcuni casi, fondamentale.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

4 Descrizione del corpus

Extract

Contrariamente a un’idea molto diffusa, la finalità dell’attività scientifica non è spiegare il reale – che, in quanto tale, è inconoscibile, o almeno conoscibile solo secondo modalità metafisiche – ma rispondere a interrogativi sul reale. (Boudon 1984: 238) Lo studio svolto si inserisce principalmente nell’ambito della linguistica varietista e utilizza in particolare i metodi e gli strumenti della varietistica percettiva. Il lavoro si sviluppa in due fasi ben distinte: in una prima fase sono stati raccolti, tramite un’inchiesta, dati sulla produzione di alcuni italiani regionali locali della Sardegna; In una seconda fase si è proceduto al test percettivo (grazie all’uso di mental maps − riconoscimento sia effettivo che generico) basato sugli stimoli rilevati nella prima fase. I dati ottenuti dall’inchiesta e dal test percettivo sono stati infine confrontati. Fig. 13: Sviluppo dell’indagine Analisi degli spazi comunicativi Raccolta dati di produzione Osservazione dell’uso locale dell’italiano di Sardegna Raccolta dati di percezione Confronto dati Analisi Analisi 80 4 – Descrizione del corpus 4.1 Dati di produzione 4.1.1 Raccolta dati La prima fase del lavoro è costituita da una prima raccolta dati, basata sulle registrazioni svolte in diverse località della Sardegna, secondo un’inchiesta prestabilita. Si trattava di ottenere dei “dati di produzione” sulle diverse varianti di italiano regionale locale parlato in Sardegna, così da verificare se la differenziazione percepita a priori dai parlanti fosse riscontrabile nei fatti linguistici. Si è proceduto così alla scelta delle località d’inchiesta, alla scelta dei probanti e allo sviluppo dell’inchiesta in sé. 4.1.1.1 Località Come scegliere i luoghi d’indagine? Il presente lavoro è impostato su piccola scala, in...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.