Show Less

La cooperazione tra le autorità nazionali garanti della concorrenza e la Commissione europea e la convergenza tra i sistemi nazionali di tutela della concorrenza

In considerazione della convergenza tra i sistemi nazionali di tutela della concorrenza

Series:

Federica Togo

La ricerca compie una valutazione del funzionamento della Rete europea delle autorità garanti della concorrenza, in cui cooperano le autorità nazionali e la Commissione europea, con un’analisi dei meccanismi introdotti dal regolamento n. 1/2003 e degli aspetti procedurali della cooperazione tra autorità ovvero di quelli inerenti agli strumenti a disposizioni delle autorità (programmi di clemenza, misure cautelari, decisioni che accettano gli impegni). La Rete appare strumento che favorisce la convergenza tra sistemi nazionali di tutela della concorrenza, svolgendo un ruolo di armonizzazione dei programmi di clemenza in Europa e diventando catalizzatore di ulteriori convergenze. Nel capitolo finale sono esaminati gli effetti prodotti dal processo di convergenza sull’ordinamento italiano.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Introduzione

Extract

Dal 1 maggio 2004 il nuovo regolamento 1/20031 disciplina l’applicazione delle regole di concorrenza di cui agli articoli 81 e 82 del Trattato. Il regolamento n. 17 del Consiglio, del 6 febbraio 1962, primo regolamento di applicazione degli articoli 81 e 82 del Trattato, pur avendo consentito lo sviluppo di una politica comunitaria in materia di concorrenza, presentava limiti evidenti; in particolare frenava l’applicazione delle regole comunitarie da parte delle giurisdizioni e delle autorità garanti della concorrenza degli Stati membri ed impediva alla Commissione di concentrarsi sulle infrazioni più gravi. Dopo 40 anni di applicazione del regolamento del 1962, la Commissione ha ritenuto opportuno pensare ad una modifica dello stesso nel senso di uno snellimento delle procedure attraverso una ripartizione dei compiti tra la Commissione stessa e le autorità degli Stati membri. E’ stato così presentato il Libro Bianco sulla modernizzazione delle norme di applicazione degli articoli 85 e 86 del Trattato CE (ora 81 e 82) del 28 aprile 1999 che ha portato successivamente all’adozione del regolamento CE 1/2003 concernente nuove regole per l’applicazione degli articoli 81 e 82. La vera novità del regolamento di procedura 1/2003 è stata da più parti identificata nell’art. 1, par. 2 che ha introdotto il regime di eccezione legale, in base al quale gli accordi che soddisfano le condizioni contenute nell’art. 81, par. 3 non devono essere notificati preventivamente alla Commis- sione per ottenere una decisione di esenzione. In tal modo le imprese sono sgravate dall’obbligo di effettuare inopportuni adempimenti amministrativi, ma è posto a...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.