Show Less

Le frasi attributive in germanistica

Questioni grammaticografiche

Series:

Elisa Corino

Questo volume si concentra sulla nozione di attributo e di frase attributiva, un terreno particolarmente fertile per la definizione di una cesura tra l’approccio, o meglio gli approcci, presenti nella tradizione tedesca e le categorie usate in Italia e in genere fuor di Germania. Lo scavo storiografico rivela come la progressiva stratificazione di concetti e termini di "antica" ascendenza, associata a differenti tentativi di aggiornamento, abbia dato origine alla situazione odierna, in cui i livelli di analisi diversi si intersecano, si sovrappongono e fondono in soluzioni che sono talvolta di difficile lettura. La parabola di tale percorso viene qui descritta e analizzata, dagli ultimi rappresentanti della tradizione della grammaire générale nei primi decenni del XIX secolo, fino alle trasformazioni più recenti della grammatica valenziale e generativa. Da Becker a Chomsky dunque, con uno sguardo particolare alle più diffuse grammatiche contemporanee.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

2. I modelli riferimento

Extract

Jespersen e Tesnière postulano due modelli- campione che si rivelano fun- zionali a leggere e decifrare la natura dell’attributo e della frase attributiva lungo la linea del tempo della grammaticografia tedesca e, parallelamente, della tradizione linguistica al di fuori della Germania. Nella linguistica tedesca stessa la fortuna dei due autori è profondamente diversa: mentre l’uno, Jespersen, è stato completamente ignorato – pro- babilmente perché considerato afferente al panorama anglosassone pur essendo danese – la teorizzazione dell’altro ha avuto ripercussioni, anche se a volte più che altro nominali, sul sistema tedesco. Il modello di riferimento per una recensione ragionata della nozione di attributo sarà dunque costituito da una struttura triangolare, il cui vertice superiore, rappresentato dalla coppia Jespersen/Tesnière, viene messo in relazione di volta in volta con le grammatiche tedesche dell’Ottocento e del Novecento, per poi raccordare i due vertici della base, creando così un ideale filo logico- terminologico nell’evoluzione delle descrizioni del feno- meno analizzato Jespersen / Tesnière → Grammatiche del Novecento Grammatiche dell’Ottocento 2.1 Jespersen tra passato e futuro Il quadro teorico che ci proponiamo di mettere in relazione con i sistemi che prenderemo in analisi è quello delineato da Jespersen (1924). Le mo- tivazioni che stanno alla base di questa scelta sono duplici e speculari: da una parte la fortuna delle teorie jesperseniane nella linguistica del Nove- cento, dall’altra l’apparente impermeabilità alle stesse di tutta la tradizione tedesca. Quanto mai singolare ci pare il fatto che, nonostante lo studioso danese sia oggi comunemente considerato punto di riferimento di molta linguistica del...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.