Show Less

Le Lettere e le Arti

Due giornate in memoria di Daniela De Agostini

Series:

Edited By Margareth Amatulli and Anna Bucarelli

Questo volume costituisce la testimonianza di un incontro organizzato dal Dipartimento di Studi Internazionali dell’Università di Urbino Carlo Bo in memoria di Daniela De Agostini, docente di Letteratura francese e proustiana di lunga data. Nell’ottica interdisciplinare e intertestuale che contraddistingue la sua stessa produzione scientifica, colleghi e amici fanno ritorno alle passioni della studiosa e agli autori da lei amati e frequentati. Due saggi teorici di natura estetica e filosofica incorniciano una serie di contributi su Proust, Balzac, Flaubert, Stendhal e Perec tracciando nuovi percorsi tra letteratura, arte e cinema.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Visioni e portenti: Proust e The lifted veil di George Eliot (Mariolina Bertini)

Extract

Mariolina Bertini Visioni e portenti: Proust e The lifted veil di George Eliot La fortuna di George Eliot è affidata soprattutto a romanzi riconducibili ad una poetica, in senso lato, realistica, e molti suoi lettori si riconosceranno nella notazione di Proust in margine al primo romanzo della scrittrice: Ce qui me frappe dans Adam Bede c’est la peinture attentive, minutieuse, respectueuse, poétique et sympathique de la vie la plus laborieuse et la plus humble�1 Da ogni intenzione realistica, e da ogni rappresentazione dell’umile vita di arti- giani e contadini, si discosta invece The lifted veil, isolata incursione di Eliot nei territori del gotico e del terrificante, datata 1859� Si tratta comunque di un gotico peculiare, in cui l’impronta razionalista prevale sulle suggestioni dell’ignoto e del meraviglioso� Nel Velo sollevato, come accadrà nei racconti di fantasmi di Henry James, l’elemento soprannaturale è introdotto con un alone di dubbio e di ambiguità; confinato nel mondo delle percezioni soggettive, più che costituire il contenuto della narrazione, le fornisce una cornice elaborata e inquietante� Al centro di questa cornice, si dispiega un dramma che è, come sempre in George Eliot, soprattutto di carattere morale: l’attrazione che un individuo ipersensi- bile, dotato di singolari doti profetiche, prova per le forze stesse che lo condur- ranno alla rovina e alla morte� Siamo di fronte a un eroe innamorato (come il Rousseau delle Confessioni, ci suggerisce Eliot2) della propria eccezionalità; la sua parabola è anche la parabola dell’individualismo moderno, insidiato dalle trappole dell’accecamento egoista e incapace di sostituire le...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.