Show Less
Restricted access

La luce nell’architettura sacra: spazio e orientazione nelle chiese del X–XII secolo - tra «Romandie» e Toscana

Including an English Summary

Series:

Eva Spinazzè

L’autrice ha messo in luce un’antica tradizione sull’orientazione degli edifici sacri. In particolare ha studiato le architetture sacre dei secoli X–XII situate lungo la Via Francigena, da Romainmôtier al Sud della Toscana, seguendo le tappe dell’arcivescovo Sigerico che alla fine del X secolo percorse la via di pellegrinaggio da Roma a Canterbury. Sulla base delle testimonianze trovate nelle fonti e nei manoscritti medioevali di argomento astronomico e liturgico e attraverso rilievi topografici georeferenziati uniti a calcoli astronomici l’autrice ha evidenziato che la maggior parte dei sessantatré edifici sacri presi in considerazione sono allineati verso punti precisi sull’orizzonte versus solem orientem et versus solis occasum in giorni significativi dal punto di vista astronomico o religioso.
Show Summary Details
Restricted access

3. Analisi comparativa delle architetture sacre studiate, suddivise secondo gruppi omogenei di orientazione e di linguaggio architettonico

Extract

← 102 | 103 →

3.   Analisi comparativa delle architetture sacre studiate, suddivise secondo gruppi omogenei di orientazione e di linguaggio architettonico

In questa ricerca le orientazioni delle architetture sacre lungo la Via Francigena sono raccolte in gruppi secondo certi giorni significativi in cui il Sole o un altro astro sorgeva o tramontava. Nell’analisi delle varie orientazioni si nota che ricorrono frequentemente alcuni giorni. Essi corrispondono alle feste che riguardano Maria, come l’Annunciazione (25 marzo), l’Assunzione (15 agosto), la Purificazione (2 febbraio) e anche i lunistizi, che indirettamente possono essere associati sempre a Maria; altri giorni spesso riscontrati negli allineamenti sono le ricorrenze del santo patrono delle singole chiese320. Sorprendente invece è il fatto che ci siano pochi casi di allineamento verso i punti degli equinozi e dei solstizi.

Per ricercare le date in cui venivano ricordati e festeggiati i santi e Maria sono stati consultati e confrontati diversi martirologi tra cui il più antico, il Martyrologium Hieronymianum, risalente al IV/V secolo321, il martirologio romano322 e il testo di Adriano Cappelli, Cronografia e Calendario perpetuo323 il quale riporta anche le date della Pasqua per tutta l’era cristiana. Per le feste religiose e per le date astronomicamente rilevanti ho utilizzato i fasti di Polemius Silvius scritti nel 448 o 449 d.C.324. Per tutti i casi studio è stata fondamentale la consultazione della Legenda aurea di Jacopo da Varazze scritta nel Duecento325, che fornisce non solo dati agiografici sulla vita dei santi ma anche le date delle loro ricorrenze. I santi...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.