Show Less
Restricted access

La forma del passato

Questioni di identità in opere letterarie e cinematografiche italiane a partire dagli ultimi anni Ottanta

Sabina Gola and Laura Rorato

In periodi di transizione, quali la fine e l’inizio di un nuovo secolo, e in un contesto come quello dell’Unione Europea che porta inevitabilmente a riflettere sui concetti di nazionalità e cittadinanza o, più in generale, su tutte la questioni legate all’identità, il tema della memoria riveste una grande importanza.
Attraverso un’analisi dettagliata di opere di autori, narratori e registi italiani degli ultimi vent’anni, gli autori dei saggi riuniti in questo volume intendono mettere in luce, da varie angolazioni, l’importanza della memoria e il ruolo fondamentale da essa svolto nel processo di acquisizione dell’identità individuale e collettiva, prendendo in esame specialmente la riscrittura dell’io e di eventi traumatici, la rappresentazione di avvenimenti storici e la raffigurazione, tra altre, della partecipazione femminile ad essi, la creazione dell’identità nazionale nel contesto contemporaneo e la ricostruzione del rapporto tra macrostoria e microstoria.
Dal contenuto: Alberto Casadei: Introduzione – Fabien S. Gerard: L’ultimo imperatore di Bertolucci. Un’opera internazional-popolare – Monica Jansen: Qual è il granello di sabbia che sostiene la vita di un eroe? Il tormentone di Tabucchi-Tabonio-Tristano in Tristano Muore – Stefania Ricciardi: Antonio Franchini, L’abusivo. Morte e sopravvivenza nella messinscena narrativa – Simona Storchi: La «Memoria di Carta» di Umberto Eco. Dialettiche del ricordo e dell’oblio ne La misteriosa fiamma della regina Loana – Marina Spunta: Lo spazio della memoria nell’opera di Davide Barilli – Lucia Quaquarelli: La carta della memoria. Lo stadio di Wimbledon di Daniele del Giudice – Laura Rorato: Raccontare I Tigi. Viaggio tra memoria tecnica ed immaginaria in Staccando l’ombra da terra e I Tigi. Canto per Ustica di Daniele del Giudice e Marco Paolini – Daniel Mangano: L’ombra di Elsa su Passaggio in ombra? Echi morantiani e originalità nel romanzo di Mariateresa Di Lascia – Angela Guiso: Il ruolo della memoria nell’identità sarda – Sabina Gola: Memoria e identità ne La nave per Kobe diari giapponesi i mia madre di Dacia Maraini – Ronald de Rooy: Identità, memoria e passato nell’opera di Patrizia Valduga e Elena Ferrante – Gian Paolo Giudicetti: L’autobiografismo polemico di Grytzko Mascioni (1936-2003) – Alessandro Marini: Colloquio con la madre di Paolo e Vittorio Taviani tra esperienza e memoria – Stefania Lucamante: ‘Che pasta di donne’: per una rivisitazione del Risorgimento in terra campana – Alain Sarrabayrouse: «Avrebbe dato ragione, nome, a tutto quel dolore». Questioni del passato e dell’identità, in Nottetempo, casa per casa, di Vincenzo Consolo – Liz Wren-Owens: Un cambiamento microscopico? Microstoria e spazio storico concettuale negli ultimi romanzi storici di Sciascia – Abele Longo: Palermo e il commiato funebre del cinema di Ciprì e Maresco – Hanna Serkowska: Rielaborazioni del ’68 in Lidia Ravera e Sebastiano Vassalli – Giuliana Pias: La casa della palma e Assandira. Due ‘gialli’ sulla memoria e l’identità – Maria X. Wells: Innocenza e colpabilità. Bambini e uomini nella narrativa e nel cinema del Sud – Claudio Milanesi: I diari di Enrico Deaglio. Identità, memoria e cronaca – Inge Lanslots: Genesi – Carmela Lettieri: Corsi e ricorsi storici nel film Lamerica di Gianni Amelio – Renzo Ardiccioni: L’avvento di Internet e le trasformazioni dell’identità individuale e collettiva.