Show Less
Restricted access

Neo-standard e variazione diafasica nella canzone italiana degli anni Novanta

Series:

Arno Scholz

Il presente lavoro prende le mosse dalla recente discussione sul cosiddetto italiano neo-standard. In base a un diversificato corpus di testi di canzoni rock è stato documentato il recente espandersi di una rinnovata canzone italiana che si serve di varietà substandard. Accanto a testi dialettali (Veneto, Piemonte, Campania) sono stati considerati testi di lingua base italiana applicando un'analisi ascendente dal suono al testo in chiave variazionistica. In questi testi si rispecchiano in modo particolare il «movimento» dell'italiano contemporaneo e la ristrutturazione in atto all'interno dei repertori regionali. I dati riportati dimostrano che le varietà impiegate non sono soggette più soltanto a valutazioni diastratiche negative, ma piuttosto che ad esse siano attribuite sempre più valutazioni diafasiche positive per quanto riguarda l'espressione dell' informalità e dell' espressività linguistica.
Dal contenuto: Il presente lavoro offre una dettagliata analisi del genere testuale canzone rock in Italia visto dalla prospettiva dell'attuale questione della lingua parlata. In base a testi dialettali (veneziani, torinesi, napoletani), italiani e mistilingui sono considerate le norme concorrenti alla ristrutturazione del repertorio linguistico italoromanzo ed è rimessa in discussione la nozione di neo-standard.