Show Less
Restricted access

Le funzioni del linguaggio secondo Pareto

Series:

Francesco Aqueci

Nella Sociologia di Vilfredo Pareto (1848-1923), pubblicata nel 1916, i «fatti discorsivi» hanno più peso dei «fatti di azione», e ciò non solo perché attraverso i «testi» sono più facilmente osservabili, ma anche perché in essi si riflette, come dice Pareto stesso, «l'immagine dell'attività sociale». Da questo punto di vista, la Sociologia di Pareto è per tanti aspetti una vasta teorizzazione intorno al discorso sociale - alle «mentalità», alle «passioni», alle strutture logico-argomentative, in una parola, alla «logica naturale» che lo genera. Nella Sociologia, ed in altri scritti sociologici posteriori e minori, Pareto ha anche lasciato numerosi esempi di vera e propria «analisi del discorso», in un senso assai vicino a quello che oggi si dà a questo termine. In questo lavoro si ricostruisce la «logica naturale» del discorso sociale in Pareto, e si presentano i vari saggi di «analisi del discorso» dei quali è disseminata la sua opera sociologica.