Show Less
Restricted access

Modellando lo spazio in prospettiva linguistica

a cura di Thomas Krefeld

Series:

Thomas Krefeld

Tutti i costituenti della comunicazione – gli interlocutori, i codici e le loro scelte – portano il segno di qualche forma di spazialità: posizionare la ricerca attuale nella teoria del linguaggio e sviluppare modelli operativi per la descrizione dello spazio comunicativo concreto è l’intento di questo volume. I saggi che esso riunisce permettono di dare uno sguardo sul dinamismo linguistico di città e regioni esemplari e consentono viaggi intellettuali da Lima al Friuli e da Abidjan a Parigi, passando per São Paulo, Lissabon, la Estremadura, la Guadeloupe e la Baviera.
Dal contenuto: Thomas Krefeld/Luca Melchior: Prefazione – Alberto Sobrero: La crisi della geografia linguistica al tempo del mistilinguismo, dell’intercultura, della globalizzazione – Sabina Canobbio: Lingua e spazio nella ricerca dialettologica torinese: un aggiornamento – Mari D’Agostino: Fra ricerca empirica e storiografia. Modelli di spazio in linguistica – Christina Ossenkop: Variación lingüística en una zona fronteriza luso-española: de Cedillo a La Codosera (Extremadura) – Sabine Heinemann: Sviluppo tipologico e (dis)continuità spaziale: Sulla formazione del condizionale negli idiomi romanzi – Fabiana Fusco/Carla Marcato: La dialettalità negli usi e negli atteggiamenti linguistici dei giovani in Veneto e in Friuli – Irmengard Salminger: Gender e l’atteggiamento linguistico rispetto al dialetto locale in contesto migratorio – Laura Campanale: L’emigrazione dei gelatieri italiani in Germania: la tradizione del gelato ‘made in Italy’ – Christina Märzhäuser: Entre Kriolu e Português. A situação de migrantes Caboverdianos em Grande Lisboa - Um estudo de caso em Alta Cova da Moura – Elissa Sobotta : Continuum ou variétés ? Réponse illustrée par les systèmes phonologiques des Aveyronnais de Paris – Katja Ploog/Uli Reich: Urbane Prozesse: Migration und Sprachdynamik in Lima, São Paulo und Abidjan – Paul Videsott: Die dialekto- und die skriptometrische Modellierung des norditalienischen Sprachraums. Ein Vergleich.