Show Less

«Noio volevàn savuàr»

Studi in onore di Edgar Radtke del sessantesimo compleanno- Festschrift für Edgar Radtke zu seinem 60. Geburtstag

Series:

Silvia Natale, Daniela Pietrini, Nelson Puccio and Till Stellino

La miscellanea in occasione del sessantesimo compleanno di Edgar Radtke contiene una serie di articoli scientifici redatti dai suoi colleghi, amici e allievi. Gli articoli riguardano diverse aree della linguistica e trattano l’italiano e il francese contemporaneo, il substandard, il linguaggio giovanile come anche aspetti del lessico e delle lingue settoriali. Al centro dell’interesse anche i cambiamenti linguistici e sociali, la storia e la riflessione linguistica, la geolinguistica e l’etnolinguistica e questioni centrali nell’ambito linguistico e culturale della Campania.
Die Festschrift anlässlich des 60. Geburtstags von Edgar Radtke enthält eine Reihe von wissenschaftlichen Aufsätzen von Kollegen, Freunden und Schülern aus verschiedenen Bereichen der Sprachwissenschaft. Die Beiträge umfassen diverse Thematiken: Behandelt werden unterschiedliche Gebiete des Italienischen und Französischen der Gegenwart, des Substandards und der Jugendsprache sowie Fragen aus Lexik und Fachsprachen. Sprach- und Gesellschaftswandel, Sprachgeschichte und Sprachreflexion, Geo- und Ethnolinguistik sowie Fragestellungen zum kampanischen Sprach- und Kulturraum werden ebenfalls diskutiert.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

La circolazione linguistica nel medioevo italiano. Elda Morlicchio

Extract

La circolazione linguistica nel medioevo italiano1 Elda Morlicchio Goti e Bizantini in Italia Analizzare l’apporto delle lingue germaniche nel periodo tardo-antico e altome- dioevale mette lo studioso a confronto con una realtà complessa, sia sotto il pro- filo linguistico sia sotto quello culturale. Di questa complessità il lessico acco- glie i segnali più immediatamente riconoscibili, come ad esempio il prestito e il calco, che sono possibili infatti solo laddove esistono situazioni di contatto e competenze plurilingui. Chi si è occupato delle reti di relazioni linguistiche tra gli abitanti della penisola italiana e le popolazioni germaniche in questi secoli ha già da tempo sottolineato come si debba parlare di un continuum linguistico e non di strati distinti e di categorizzazioni (cfr. ad es. Albano Leoni 1983: 144; Mastrelli 1993: 198-199). In questo ambito, un filone di ricerca che meriterebbe maggiore attenzione è quello del rapporto tra greco bizantino e gotico, sia per la definizione dei loro rapporti reciproci, sia anche in relazione al latino. Infatti i rapporti tra greco e gotico, ben studiati a proposito dell’ambiente ecclesiastico, da cui proviene qua- si tutta la documentazione del gotico, non sono con altrettanta sistematicità con- siderati in relazione ad altri contesti ‘laici’, nonostante diversi indizi che testi- moniano un bilinguismo gotico / greco anche ad altri livelli. In particolare, lo studio dell’influsso germanico sul greco nel periodo delle invasioni barbariche e del ruolo che il greco bizantino ha avuto nella trasmissio- ne di lessico di origine germanica possono offrire interessanti spunti di appro- fondimenti, anche...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.