Show Less

Sprachkontakt, Sprachvariation, Migration: Methodenfragen und Prozessanalysen

Series:

Thomas Stehl, Claudia Schlaak and Lena Busse

In diesem Sammelband werden Beiträge zu der Sektion «Sprachkontakt, Sprachvariation, Migration: Methodenfragen und Prozessanalysen» publiziert, die im Rahmen des XXXII. Romanistentages Romanistik im Dialog vom 25.09. bis 28.09.2011 in Berlin stattfand. Schwerpunkt der Sektionsarbeit war die kontrastive Gegenüberstellung von ortsstabilen, statischen und ortsmobilen, dynamischen Sprachkontakten, wobei vor allem die durch Migration ausgelösten Prozesse von Sprachkontakt, Sprachwandel und sprachlich vermitteltem Kulturtransfer sowie deren Ausprägungen und Folgen im Zentrum der Analyse stehen sollten.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Autobiografie linguistiche italoamericane: identità in movimento

Extract

In occasione dell'incontro di Berlino sulla tematica della linguistica della migrazione in prospettiva variazionistica1 si propongono qui alcune riflessioni sul rapporto fra lingua e identità fuori d'Italia, specificamente riguardo all'italiano dell'emigrazione negli Stati Uniti. Le mie osservazioni sono basate sull'analisi di una serie di autobiografie linguistiche compilate nel corso degli ultimi cinque anni da studenti di origine italiana. Si trattava di riflettere sull'esperienza linguistica individuale attraverso il tempo, sullo Spracherleben da parte di un gruppo di giovani di diversa estrazione geografica e sociale, in prevalenza di seconda generazione, di seguire i loro atteggiamenti, giudizi e pregiudizi linguistici riguardo allo spazio linguistico italofono, anglofono e plurilingue, per intuire i lineamenti tendenziali delle identità riflesse nella lingua attraverso il tempo e il destino dell'italiano presso i giovani di oggi lontano dal territorio autoctono. I testi autobiografici provengono da studenti con forti interessi per l'italianità e per l'italicità, e cioè da un sottogruppo di quel 4,4% di persone di origine italiana (782,000) che nei censimenti recenti dichiararono di usare l'italiano in casa nelle comunità statunitensi.2 Si tratta cioè di uno studio empirico mirato a illustrare in un gruppo motivato ristretto i complessi parametri della graduale trasformazione identitaria, la trasfigurazione dello spazio linguistico e l'apertura crescente alla consapevolezza dell'eteroglossia e dell'identità plurilingue. La riflessione sui rapporti tra lingua e identità si basa sull'asserzione secondo cui "all language acts are acts of identity", con l'identità che costituisce un concetto profondamente dinamico e complesso, "endlessly created anew, according to various social constraints, social interactions,...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.