Show Less

Nel nome del gran Torquato

"Gerusalemme Liberata</I> e Drammaturgia secentesca

Thomas Stein

Questo lavoro dà uno sguardo minuzioso sulla ricezione teatrale dei maggiori episodi della Gerusalemme Liberata, studiata qui di riflesso attraverso il successo delle sue riscritture per il palco in Italia ed Europa. Frutto di un’indagine paziente sulla miriade di forme drammatiche musical-teatrali del secolo XVII, ripercorre la storia in gran parte inedita dei trascorsi barocchi di Rinaldo ed Armida, di Sofronia ed Olindo e di Tancredi, Clorinda ed Erminia. Ne risulta un’affascinante panoramica dei tentativi di drammatizzare il grande poema del Tasso che costituiscono un capitolo minore ma non certo trascurabile della storia del teatro e dello spettacolo barocchi. Tale storia è infatti ricca di sviluppi imprevedibili, di volgarizzamenti popolareggianti ma anche di riscritture originali da parte di autori noti (Chiabrera, Sempronio e Rospigliosi) come anche di epigoni oscuri. Il lavoro è corredato da un catalogo ragionato che include più di 80 opere drammatiche del XVII secolo realmente derivate dalla Liberata o falsamente attribuite ad essa. Il catalogo costituisce uno strumento prezioso per qualsiasi indagine futura intorno alla ricezione teatrale del capolavoro epico di Torquato Tasso.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Conclusione: Cento anni di fortuna. La Liberata a teatro 721

Extract

Conclusione Cento anni di fortuna. La Liberata a teatro È tempo di assumere una prospettiva critica che cerchi di tener conto di alcuni risultati parziali illustrati nel corso del presente lavoro, dedicato alla fortuna del poema tassesco nella letteratura teatrale del secolo XVII. Alla necessità di ordinare tali risultati in categorie che conducano ad una valutazione dell’im- patto effettivo della Liberata, si oppone però una difficoltà oggettiva, legata ai criteri di scelta ed alla pertinenza della griglia classificatoria. Sarà dunque bene premettere che la sistemazione tematica a seguire, disposta per di più secondo criteri eterogenei, vuole avere carattere solo indicativo. Le osservazioni conclu- sive intendono così porsi ad un tempo come approdo provvisorio di un’indagi- ne a tutto campo, ma anche come apertura ed invito a futuri studi sulla ricezio- ne teatrale del capolavoro tassiano, da condurre in aree di ricerca e secondo metodologie interdisciplinari. 1.1 Storia e geografia La parabola dell’ininterrotto successo della Gerusalemme Liberata nel teatro del Seicento conta un’ottantina di testi (considerando anche quelli per ora di- spersi) in poco più di cento anni, configurando una fortuna ad ondate che si articola grosso modo in tre fasi storiche ben distinte. La prima di queste com- prende il periodo che va dalla morte di Torquato alla fine della Guerra dei Trent’Anni; la seconda, gli anni di transizione dalla metà del secolo fino al 1687 circa; e la terza coincide pressappoco con gli ultimi tre lustri del secolo. Il censimento delle edizioni a stampa e dei manoscritti del nostro corpus...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.