Show Less

Isole e viaggi: l’Ulisse di Dante

a cura di Simona Re Fiorentin

Series:

Simona Re Fiorentin

La figura di Ulisse, centrale nella Commedia di Dante, chiede al lettore di interrogarsi sui grandi temi della vita: la libertà, la grandezza e i rischi dell’«alto ingegno», i valori che definiscono la nostra umanità, la funzione della ragione e della fede nell’orientare le scelte fra bene e male. La riflessione sul significato di questo personaggio, presentato nel contesto più ampio del tema del viaggio e dell’insularità, viene sviluppata in questo lavoro attraverso un’analisi puntale del testo dantesco, che dà conto e si confronta con le numerosissime e diverse interpretazioni che nel corso dei secoli si sono sedimentate attorno ad esso.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Sull’insularità 3

Extract

Sull’insularità Seconda stella a destra questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino poi la strada la trovi da te, porta all’isola che non c’è. Forse questo ti sembrerà strano, ma la ragione ti ha un po’ preso la mano. Ed ora sei quasi convinto che non può esistere un’isola che non c’è. E a pensarci, che pazzia, è una favola, è solo fantasia e chi è saggio, chi è maturo lo sa: non può esistere nella realtà! Son d’accordo con voi, non esiste una terra dove non ci son santi né eroi e se non ci son ladri, e se non c’è mai la guerra, forse è proprio l’isola che non c’è … che non c’è. E non è un’invenzione e neanche un gioco di parole se ci credi ti basta perché poi la strada la trovi da te. Son d’accordo con voi, niente ladri e gendarmi, ma che razza di isola è? Niente odio e violenza, né soldati, né armi, forse è proprio l’isola che non c’è … che non c’è. Seconda stella a destra questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino non ti puoi sbagliare perché 4 Isole e viaggi: l’Ulisse di Dante quella è l’isola che non c’è! E ti prendono in giro se continui a cercarla, ma non darti per vinto perché chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle forse è ancora più pazzo di te! Edoardo Bennato La sua forma davvero strana sorprendeva lo sguardo e quando Gédéon Spilett, su invito dell’ingegnere, ne ebbe disegnato i contorni, si...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.