Show Less

Écrire et traduire pour les enfants / Writing and Translating for Children

Voix, images et mots / Voices, Images and Texts

Series:

Edited By Elena Di Giovanni, Chiara Elefante and Roberta Pederzoli

De l’étude de quelques auteurs classiques à l’analyse du rôle des illustrations, en passant par la bande dessinée et le théâtre pour les enfants, ce volume analyse le vaste champ de l’écriture pour la jeunesse. Différentes contributions se penchent sur la traduction de la littérature de jeunesse, et plus particulièrement sur sa nature intersémiotique. Elles abordent de la sorte la problématique de la voix du traducteur et les principes théoriques guidant ce-dernier, ou se concentrent spécifiquement sur diverses littératures nationales. Un dernier axe de réflexion, enfin, offre un aperçu sur la traduction audiovisuelle, ses principes théoriques, ses réalisations concrètes et ses effets du point de vue de la réception. Les contributions réunies dans ce volume sont en français, anglais et italien.
The first section of this volume features a variety of essays on writing for children, ranging from studies of classic authors to an analysis of the role of pictures in children’s books, to an examination of comics and theatre for the young.
Subjects addressed in the second section include the intersemiotic nature of translating for children, the question of the translator’s voice, the theoretical principles that best aid translators in the field of children’s literature, as well as chapters exploring the idea of national literatures for the young. The third and final section offers insights into audiovisual translation for children. These contributions focus on theories and models for this kind of translational activity, as well as addressing a number of real-life cases and their reception.
The volume features contributions in three languages: French, English and Italian.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Scrivere per immagini: Dino Battagliatra letteratura e fumetto Daniele Barbieri 87

Extract

87 Scrivere per immagini: Dino Battaglia tra letteratura e fumetto Daniele BARBIERI I.S.I.A. di Urbino Il tema di queste pagine è la traduzione intersemiotica, o, per dirla con Jakobson (1963), la “trasmutazione” da un sistema di segni a un altro. Analizzeremo in questa chiave alcuni aspetti della produzione di Dino Battaglia (1923-1983), disegnatore e fumettista italiano, soffermandoci in particolare su un testo di svolta della sua carriera, la riduzione a fumetti di Moby Dick di Herman Melville, realizzata per la rivista di Hugo Pratt Sgt. Kirk nel 1967. Il testo è di particolare interesse per diverse ragioni. Si tratta, intanto, del primo esperimento di traduzione a fumetti di un classico della letteratura da parte di Battaglia, che in seguito ne realizzerà molti altri. In secondo luogo, si tratta anche di un testo di passaggio per un autore che aveva sempre lavorato per il Corriere dei Piccoli, dunque per un pubblico infantile e giovanile, e affrontava per la prima volta una destinazione più adulta, pur non volendo perdere la leggibilità anche da parte dei più giovani. Si tratta dunque di un testo che mostra la propria natura di passaggio anche nell’evoluzione stilistica, osservabile nello stesso percorso che va dalle prime alle ultime pagine, e che sarà l’oggetto specifico del nostro discorso. Infine, va osservato che di traduzioni, in questo testo, ve ne sono almeno due (oltre a quella interlinguistica, dall’originale in lingua inglese1): quella dal romanzo al racconto a fumetti, e quella dal racconto 1 In una trasformazione così ampia come quella di...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.