Show Less
Restricted access

Memoria storica e postcolonialismo

Il caso italiano

Series:

Edited By Martine Bovo Romoeuf and Franco Manai

Questa raccolta di saggi si propone di dare un contributo alla discussione attuale sul discorso postcoloniale italiano, cioè quell’insieme di testi incentrati in modo critico sulla Storia coloniale in generale e su quella italiana in particolare. Si tratta di una produzione che, attraverso diversi mezzi di comunicazione, dalla letteratura al cinema, dal teatro al fumetto, dalla televisione ai quotidiani, dalle riviste a internet, ha esplorato percorsi nuovi e si è espressa in svariati generi, spesso mescolandoli: dalle autobiografie alle biografie, dal romanzo storico o neostorico al realismo magico, dal romanzo giallo o noir a quello d’avventura o d’appendice, dalla poesia alla canzone, dal film al documentario, dal fumetto in serie al graphic novel. Allargando lo sguardo al colonialismo interno, con i casi esemplari della Sardegna e della Sicilia, il volume intende dare conto, attraverso la concordia discors dei vari saggi, della direzione che sta prendendo la ricerca oggi in campo postcoloniale.
Show Summary Details
Restricted access

Riflessioni a margine del rapporto storia- letteratura: Il (post)coloniale italiano tra forclusione e afanisi narrativa (Gabriele Proglio)

Extract

← 154 | 155 → Riflessioni a margine del rapporto storia-letteratura

Il (post)coloniale italiano tra forclusione e afanisi narrativa

Gabriele PROGLIO

(Università di Torino – Ehess)

Scena 1. Lampedusa, 3 ottobre 2013. È notte tarda. A poche miglia dalla costa un barcone viene inghiottito dal mare, trascinando con sé 366 esseri umani. È mattina presto. I corpi recuperati sono allineati, uno dopo l’altro, sul molo; vengono chiusi in sacchi blu. Di loro non rimane nulla: un numero e una fotografia su una lapide.

Scena 2. Rosarno, Pachino, San Marcellino, San Nicola Varco, Saluzzo, Foggia, Latina. Anno 2013. Alle prime luci dell’alba, migliaia di braccia, nel silenzio della campagna, iniziano la raccolta della frutta e della verdura. “Neri”, così li chiamano. Sono uomini e donne che lavorano ininterrottamente per dieci, talvolta dodici ore al giorno per pochi euro. Non hanno diritti, non hanno voce.

* * *

Scene che si ripetono, tragicamente, ogni giorno.

Nel primo caso, a trasformare il Mar Mediterraneo in un cimitero sono una serie di provvedimenti italiani e europei in materia immigrazione. Non è un’esagerazione parlare di “sistema Lampedusa”, ossia quel processo di invisibilizzazione che riguarda coloro che, lasciate le coste africane con la speranza di trovare sull’altra sponda un futuro migliore, tentano di entrare illegalmente in Italia-Europa. Nel secondo caso, invece, alcuni costrutti culturali elaborati in fasi precedenti della storia del Paese concorrono, insieme ad altri elementi, a determinare l’organizzazione della società italiana, definendo, ad esempio, le forme di...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.