Show Less

Gli italiani locali di Sardegna

Uno studio percettivo

Series:

Noemi Piredda

La Sardegna presenta un panorama linguistico particolarmente vario e complesso. Questa eterogeneità (linguistica) si rispecchia nella pluridimensionalità dei suoi spazi comunicativi. Lo scopo principale di questo lavoro è l’indagine di tali spazi comunicativi, esaminando la varietà areale parlata in Sardegna; si è perciò osservata la percezione dell’italiano regionale sardo nella sua distribuzione locale, da parte dei suoi parlanti, utilizzando gli strumenti e le teorie della varietistica percettiva. I risultati mostrano come la percezione del parlante possa fornire alla linguistica tradizionale un sostegno molto importante, se non, addirittura, in alcuni casi, fondamentale.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Premessa

Extract

Il presente lavoro costituisce la versione rielaborata della mia tesi di dottorato, consegnata nel Marzo del 2009 presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco in cotutela con l’Università degli Studi di Sassari. Un primo grazie va, quindi, alle due università che hanno reso possibile tale promozione a livello internazionale, cosí come al programma della Regione Autonoma della Sardegna Master and Back per il sostegno finanziario. Tante sono le persone che durante gli anni del dottorato mi sono state vicine a livello affettivo o scientifico e che con il loro operato hanno contribuito alla realizzazione di questo lavoro. Un sincero ringraziamento va alla mia famiglia per aver condiviso con me ogni momento del mio percorso formativo e per avermi sempre supportata e motivata alla realizzazione dei miei obbiettivi. Desidero poi ringraziare tutti coloro che si sono gentilmente resi disponi- bili per questa ricerca, fornendomi preziosi dati senza i quali questo lavoro non sarebbe mai stato realizzabile. Ringrazio inoltre tutti i professori e i colleghi del LIPP (Linguistisches Inter- nationales Promotionsprogramm) per i loro consigli e le interessanti discussioni; in particolare, per il loro incoraggiamento e sostegno, Elisa Cavallini, Melanie Moll e Carolin Trautmann. Un grazie sincero va al mio relatore di tesi, Prof. Thomas Krefeld, che mi ha sempre assistita e guidata durante un percorso non privo di difficoltà, insegnandomi l’importanza della dedizione in ciò che si fa e dell’entusiamo per ciò che si fa. Ringrazio in particolar modo la mia seconda relatrice, la Prof.ssa Livia Tonelli per l’attenzione che mi ha...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.