Show Less

Le frasi attributive in germanistica

Questioni grammaticografiche

Series:

Elisa Corino

Questo volume si concentra sulla nozione di attributo e di frase attributiva, un terreno particolarmente fertile per la definizione di una cesura tra l’approccio, o meglio gli approcci, presenti nella tradizione tedesca e le categorie usate in Italia e in genere fuor di Germania. Lo scavo storiografico rivela come la progressiva stratificazione di concetti e termini di "antica" ascendenza, associata a differenti tentativi di aggiornamento, abbia dato origine alla situazione odierna, in cui i livelli di analisi diversi si intersecano, si sovrappongono e fondono in soluzioni che sono talvolta di difficile lettura. La parabola di tale percorso viene qui descritta e analizzata, dagli ultimi rappresentanti della tradizione della grammaire générale nei primi decenni del XIX secolo, fino alle trasformazioni più recenti della grammatica valenziale e generativa. Da Becker a Chomsky dunque, con uno sguardo particolare alle più diffuse grammatiche contemporanee.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Premessa

Extract

La Germania è certamente stata alveo e contesto incubatore di buona parte della teoria linguistica contemporanea. Insigni linguisti del passato e del presente si sono occupati della storia della disciplina, del suo evolversi, delle correnti che ne hanno attraversato le direttrici, e tutti non mancano di fare tappa nel loro percorso di esplorazione in terra germanica, per raccontare delle alterne fortune dello psicologismo opposto alla logica, dello sviluppo della linguistica storico- comparata, della nascita insomma – più o meno consapevole – della grammatica generale. Tutti questi studi, però, a un certo punto si allontanano dal baricentro mitteleuropeo per non farvi più ritorno. La descrizione della dimensione lin- guistica tedesca rimane dunque limitata al suo secolo di maggiore fioritura, l’Ottocento con i suoi grandi teorici, e non vengono discusse le ricadute che il profondo solco tracciato dalla tradizione – anche quella seicentesca – ha avuto sui suoi epigoni. Eppure un’indagine ravvicinata dell’evoluzione della teoria linguistica di stampo più eminentemente grammaticale rivela sfumature inaspettate e spunti di analisi che meriterebbero ciascuno una lunga discussione. Ci concentriamo in questo volume su una delle tracce emerse lungo la linea del tempo della grammaticografia tedesca: la nozione di attributo e di frase attributiva, che si rivela un terreno particolarmente fertile per la defi- nizione di una cesura tra l’approccio, o meglio gli approcci, presenti nella tradizione tedesca e le categorie usate in Italia e in genere fuor di Germania (quelle che, semplificando, potremmo considerare, non immemori di una formulazione di Dixon, Standard Average Grammar). In particolare, la storia della grammatica...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.