Show Less

Raccontare e Inventare

Storia, memoria e trasmissione storica della Resistenza armata in Italia

Cecilia Winterhalter

L’oggetto di questo saggio sulla Seconda Guerra Mondiale e sulla Resistenza armata in Italia è il racconto che viene «inventato» per narrare gli eventi passati o la memoria selettiva. Si tratta di uno studio su storia e memoria e sul modo in cui funzionano e sono trasmesse. Basandosi sull’analisi di fonti disparate come le riviste storiche divulgative, le immagini fotografiche e documenti alleati e tedeschi, esso osserva le discrepanze tra i fatti (storia) e la loro narrazione (memoria). Inoltre studia come sono narrati i fatti, come si ricorda e si dimentica, chi è il narratore (testimoni, seconda generazione, collettività) e come ciò influisce sul racconto tramandato. Il testo tenta di capire se c’è una ragione per la forma narrativa scelta e quale potrebbe essere. Prendendo spunto dal funzionamento psicologico della memoria individuale, esso osserva la memoria collettiva e come, nel dopoguerra, l’Italia narrandosi «sceglie» o «inventa» una memoria che le dia una nuova identità.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Ringraziamenti

Extract

Considero un piacere ringraziare persone ed istituzioni che hanno reso possibile la pubblicazione di questo saggio. In primo luogo ringrazio mia madre e mio padre, a cui è dedicato questo volume. Vorrei menzionare i miei supervisori presso l'Istituto Universitario Europeo di Firenze, il Professor H.-G. Haupt, la Professoressa L. Passerini, il Professor C. Pavone e il Professor J. Tanner. Ringrazio per le borse di studio concesse dall'Istituto Universitario Europeo, dall’Ufficio federale dell’educazione e della scienza svizzero, dall'École française di Roma, dalla fondazione Max Geldner di Basilea, dall’Uarda Frutiger-Fonds della Freiwillige Akademische Gesellschaft di Basilea e dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica. Un grazie particolare al personale della Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma. Ringrazio anche il personale dell'Archivio Centrale dello Stato in Roma, del Bundesarchiv di Koblenz, del Bundesarchiv-Militärarchiv di Freiburg im Breisgau, del Public Record Office di Londra, del Imperial War Museum di Londra, dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia di Milano, dell'Istituto Romano per la Storia d'Italia dal Fascismo alla Resistenza, dell'Istituto Storico della Resistenza in Cuneo e Provincia, dell'Istituto Storico della Resistenza in Piemonte, dell'Istituto Storico della Resistenza in Toscana e dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito.

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.