Show Less

«Mutazione delle cose» e «pensieri nuovi»

Saggi su Francesco Guicciardini

Series:

Matteo Palumbo

I saggi qui raccolti riguardano, nel loro insieme, un solo argomento: l’opera di Francesco Guicciardini, osservata da prospettive volta per volta diverse e, insieme, convergenti. Il senso del libro è racchiuso nel titolo: «mutazione delle cose» e «pensieri nuovi». Guicciardini usa, non a caso, per sé e per i suoi contemporanei, l’immagine delle «tenebre», in cui tutti si muovono. Il giudizio degli uomini si fonda unicamente sulla capacità di osservare mille dettagli, prevedere il loro possibile sviluppo, scegliere tra le soluzioni immanenti e incerte la più adeguata, congetturando i molteplici effetti che accompagnano qualunque decisione. Questa smisurata tensione conoscitiva e, insieme, pratica prende in Guicciardini il nome vecchio e nuovo di «discrezione». Il mondo che Guicciardini ha davanti, da qualunque lato lo si osservi, deve essere scrutato fino ai minimi motivi. E per raccontarlo occorrono procedimenti, pensieri e «nomi nuovi».

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Introduzione

Extract

I saggi qui raccolti sono stati composti nell’arco di circa vent’anni. Essi riguardano, nel loro insieme, un solo argomento: l’opera di Francesco Guicciardini, osservata da prospettive volta per volta diverse e, insieme, convergenti. Si potrebbe parlare di una «lunga fedeltà» all’autore dei Ricordi, se la formula non sembrasse troppo impari e arrogante rispetto al modello preesistente. Il senso del libro è racchiuso nel titolo: «mutazione delle cose» e «pensieri nuovi». La frase deriva dall’esordio di un frammento di discorso, steso da Guicciardini nel 1513, nitida dimostrazione della difficoltà di valutare il senso dei fatti nella politica contemporanea: Nascono ogni giorno per le spesse mutazione delle cose pensieri nuovi. Truovasi el re di Francia doppo tanti travagli e pericoli dello stato suo proprio nuovamente signore di Milano e di Genova; in tregua col re Catolico per tutto febraio prossimo; uno papa di mezzo o almeno che male volentieri si scuopre contro a lui; da altra banda aspetta essere assaltato ogni dì nel regno suo dal re di Inghilterra, con armata potente per terra e per mare. Quali sieno in questi casi e’ disegni e pensieri sua io non lo so, né posso, non avendo bene notizia delle forze e natura sua, farne giudicio1. Complessità degli eventi, indecifrabili nel loro possibile corso; difficoltà di scrutare i «disegni e pensieri» degli attori in campo; azzardo di un «giudicio» che, all’oscuro della esatta natura delle forze in campo e delle passioni segrete dei protagonisti, provi a interpretare l’accadere. I tre aspetti sono inseparabili e interdipendenti....

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.