Show Less
Restricted access

Le frasi attributive in germanistica

Questioni grammaticografiche

Series:

Elisa Corino

Questo volume si concentra sulla nozione di attributo e di frase attributiva, un terreno particolarmente fertile per la definizione di una cesura tra l’approccio, o meglio gli approcci, presenti nella tradizione tedesca e le categorie usate in Italia e in genere fuor di Germania. Lo scavo storiografico rivela come la progressiva stratificazione di concetti e termini di "antica" ascendenza, associata a differenti tentativi di aggiornamento, abbia dato origine alla situazione odierna, in cui i livelli di analisi diversi si intersecano, si sovrappongono e fondono in soluzioni che sono talvolta di difficile lettura. La parabola di tale percorso viene qui descritta e analizzata, dagli ultimi rappresentanti della tradizione della grammaire générale nei primi decenni del XIX secolo, fino alle trasformazioni più recenti della grammatica valenziale e generativa. Da Becker a Chomsky dunque, con uno sguardo particolare alle più diffuse grammatiche contemporanee.

Show Summary Details
Restricted access

6. Un’altra questione (forse) terminologica. La frase secondaria e i Satzgliedteile

Extract

6.    Un’altra questione (forse) terminologica. La frase secondaria e i Satzgliedteile

Esaminate le peculiarità non solo terminologiche di elementi tipici della grammaticografia tedesca quali il (Satz)Glied e il Gliedteil, rimane ancora aperta un’altra questione, per altro strettamente connessa alla prima, e necessariamente legata alla definizione di frase attributiva: la nozione di frase subordinata (Nebensatz) e la ripartizione sintattica tra Teilsatz e Gliedteilsatz.

6.1    L’Ottocento e Becker

Facciamo ancora una volta in passo indietro e torniamo ai modelli ottocenteschi per risalire alle origini e alla genesi delle categorizzazioni moderne.

Becker (1841:238) riconduce alla suddivisione in Wortarten la tripartizione delle tipologie frasali: in particolare egli identifica le Nominativsätze, rappresentanti del soggetto, le Kasussätze, ovvero le proposizioni circostanziali “Vertreter des Ergänzenden Objekts”, e le Adverbialsätze, che corrispondono al bestimmendes Objekt. Poiché però le soggettive concordano nella forma con le Kasussätze, Becker riconduce le tipologie di frase secondaria a tre grandi gruppi: Kasussätze, Adverbialsätze e Adjektivsätze. Le prime introducono il discorso riportato (er sagt, er sei krank), compaiono sotto forma di frasi interrogative (Er muß sich erklären, ob ich den Vater soll entbehren), o esprimono concetti astratti o verità generali e sono introdotte dalla congiunzione (Satzartikel) dass

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.