Show Less
Restricted access

Italiano e Dintorni

La realtà linguistica italiana: approfondimenti di didattica, variazione e traduzione

Series:

Edited By Giovanni Caprara and Giorgia Marangón

Il volume riunisce trentatré contributi di carattere multidisciplinare e offre ai lettori una visione complessiva e attuale della realtà composita della lingua italiana e delle sue traduzioni. Le prime pagine sono firmate dal professor Gaetano Berruto, dell'Università di Torino e dalla professoressa Elena Pistolesi, dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Seguono lavori suddivisi in quattro blocchi tematici: variazione linguistica, didattica della lingua italiana, linguistica contrastiva e traduzione da e verso l’italiano. In questo modo gli autori intendono proporre una nuova prospettiva sull’italianistica che troppo spesso si concentra soltanto sullo studio della letteratura.

Show Summary Details
Restricted access

La variazione linguistica nell’aula di Italiano LS: la lingua di Cetto La Qualunque (Viviana Rosaria Ciquemani)

Extract

← 72 | 73 →

Viviana Rosaria Ciquemani

Universidad de Murcia

La variazione linguistica nell’aula di Italiano LS: la lingua di Cetto La Qualunque

1.   Introduzione

Uno degli elementi che, per la sua stessa natura, rimane spesso ai margini nelle lezioni di italiano come lingua straniera è la variazione linguistica. Questo contributo, infatti, cerca di richiamare l’attenzione su quest’aspetto della lingua attraverso l’elaborazione di una proposta didattica che si propone di coniugare la sociolinguistica e la glottodidattica.

Questa proposta è pensata per studenti ispanofoni del Grado en Traducción e Interpretación che studiano la lingua italiana come seconda o terza lingua straniera e già in possesso delle strutture linguistico-grammaticali dell’italiano intermedio, equivalente ad un livello B1 del Quadro Europeo delle Lingue. Si tratta di studenti di terzo anno che hanno già sostenuto l’esame di Lingüística aplicada a la Traducción, per cui hanno delle nozioni di base in ambito sociolinguistico. La scelta di questa tipologia di studenti ha una ragione precisa e pratica, poiché più che in altri corsi di laurea umanistici, gli studenti di Traduzione nel corso degli studi e nel loro percorso lavorativo, che si suppone intraprenderanno, dovranno conoscere i vari aspetti della lingua tanto parlata come scritta, per arrivare a delle corrette soluzioni traduttive. Pensiamo, per esempio, al traduttore audiovisivo a cui viene chiesta una sottotitolazione senza la lista dei dialoghi, che dovrà recuperare trascrivendo lui stesso l’audio per poi tradurlo. Sono gli studenti che maggiormente (e potenzialmente)...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.