Show Less
Restricted access

Italiano e Dintorni

La realtà linguistica italiana: approfondimenti di didattica, variazione e traduzione

Series:

Edited By Giovanni Caprara and Giorgia Marangón

Il volume riunisce trentatré contributi di carattere multidisciplinare e offre ai lettori una visione complessiva e attuale della realtà composita della lingua italiana e delle sue traduzioni. Le prime pagine sono firmate dal professor Gaetano Berruto, dell'Università di Torino e dalla professoressa Elena Pistolesi, dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Seguono lavori suddivisi in quattro blocchi tematici: variazione linguistica, didattica della lingua italiana, linguistica contrastiva e traduzione da e verso l’italiano. In questo modo gli autori intendono proporre una nuova prospettiva sull’italianistica che troppo spesso si concentra soltanto sullo studio della letteratura.

Show Summary Details
Restricted access

Il clitico Ne tra didattica e traduzione (Alessandra Agati)

Extract

← 370 | 371 →

Alessandra Agati

Universidad de Navarra

Il clitico Ne tra didattica e traduzione

1.   Introduzione

La particella clitica ne racchiude, per chi studia la lingua italiana e per chi la insegna, difficoltà inversamente proporzionali alle sue dimensioni. Monosillabo atono, con una presenza discreta e una distribuzione difficilmente prevedibile per un non nativo, riceve scarsa attenzione nei livelli iniziali di studio dell’italiano, ma diventa ineludibile quanto più si avanza nella conoscenza della lingua. Prima di procedere, propongo l’esercizio di analisi delle funzioni di ne nei seguenti esempi:

(1) “Se tuo padre sa cosa si dice di te, ti caccia di casa”. “Non ce (a) n’è bisogno, me (b) ne vado io”.

(2) Di persone decenti ce (c) ne sono tante: sono quelle che sanno dire di no al momento giusto; di eroi, invece, (d) ne abbiamo ben pochi.

(3) La verità dei fatti è stata ormai fatta regredire alla funzione che la polpetta di carne svolge nel burger americano: (e) ne sarebbe il cuore e il senso, (f) ne è diventata poco più che un alibi.

(4) E adesso il panino per tuo padre. Non dimentichiamocene (g).

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.