Show Less
Restricted access

Variazioni sull'apocalisse

Un percorso nella cultura occidentale dal Novecento ai giorni nostri

Series:

Edited By Alessandro Baldacci, Anna Małgorzata Brysiak and Tomasz Skocki

L’apocalisse, nelle sue innumerevoli forme e interpretazioni, costituisce uno dei temi cardine della cultura e dell’immaginario collettivo dell’ultimo secolo, in cui ritorna costantemente l’idea della fine e del «dopo la fine». Il volume si propone di indagare, in ottica comparata e interdisciplinare, le più diverse narrazioni e rappresentazioni apocalittiche del XX e XXI secolo, spaziando dalla letteratura al cinema, dall’arte alla filosofia, fino alle serie televisive contemporanee.

Show Summary Details
Restricted access

Dopo il Diluvium Ignis. Storia, mito e natura in Un cantico per Leibowitz (Tomasz Skocki)

Extract

Tomasz Skocki

Dopo il Diluvium Ignis. Storia, mito e natura in Un cantico per Leibowitz

Abstract: The article is dedicated to Walter M. Miller, Jrʼs post-apocalyptic novel A Canticle for Leibowitz, first published in 1959. The first part of the analysis focuses on the main themes of the novel, such as Christianity, the preservation of knowledge from a bygone age, the relationship between faith and science, and the slow rebirth of humankind centuries after the nuclear war. The article then proceeds to study the three different dimensions of time shown in Millerʼs novel: historical time, which includes the fall and rebirth of civilization; mythical time, embodied by the figure of the Wandering Jew; and the time of nature, which proves cruel and indifferent to human beings and all their efforts.

Keywords: Walter M. Miller, A Canticle for Leibowitz, post-apocalyptic novel, religion, history, myth, nature

I.

Un cantico per Leibowitz, romanzo dello statunitense Walter M. Miller, Jr., a più di sessantʼanni dalla sua pubblicazione rimane una delle opere più importanti e interessanti della narrativa post-apocalittica del XX secolo (“arguably the best ‘after-the-bombʼ novel ever written”1). Suddiviso in tre sezioni (inizialmente pubblicate su rivista come racconti2 e poi ampliate e riunite in volume come A Canticle for Leibowitz nel 1959), il libro di Miller narra la lunga e difficile rinascita della civiltà dopo il disastro nucleare che lʼautore immaginava imminente. Al centro della plurisecolare vicenda si trova...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.