Show Less

La corrispondenza di Lodovico Antonio Muratori col mondo germanofono

Carteggi inediti- Con la collaborazione di Daniela Gianaroli

Series:

Edited By Fabio Marri and Maria Lieber

Si completa l’edizione delle lettere scambiate tra Muratori (1672-1750) e i suoi numerosi corrispondenti di area tedesca. I carteggi coi nomi più noti (come Imhof, i Mencke, i Fabricius) erano stati curati dagli stessi autori in due pubblicazioni di questa collana ( L. A. Muratori und Deutschland, 1997; Die Glückseligkeit des gemeinen Wesens, 1999); vi si aggiunge qui, fra gli oltre 30 carteggi, quello inedito di ben 142 lettere (comprese due di Muratori, finora non attribuite) con Gottfried Philipp Spannagel, tedesco dalle origini misteriose che in Italia si presentò come «Goffredo Filippi». Sono incluse varie corrispondenze austriache, fino ad oggi edite solo in minima parte. I testi sono pubblicati dopo accurata revisione sugli originali, e preceduti da ampie introduzioni.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Friedrich von Thoms 427

Extract

427 FRIEDRICH VON THOMS Friedrich conte di Thom o Thoms,1 figlio del tesoriere di guerra Lorentz Thom, nacque il 15 ottobre 1696 a Giessen, dove si laureò precocemente con una Disputatio de regnis sub lege commissoria delatis (Giessen, Weber, 1715); l’anno successivo pubblicò un epitaffio del re di Francia Luigi XIV, deceduto nel 1715.2 Nel 1717, insieme al barone Johann Friedrich von Stain (1681-1735), si recò al parlamento di Ratisbona,3 e in seguito a Vienna e in Ungheria. Intorno al 1720 lo troviamo ad Hannover, alla corte del sovrano inglese Giorgio I, che poi seguì a Londra come segretario della cancelleria. Nel 1730 venne nominato dal duca Augusto Guglielmo di Brunswick-Lüneburg (1662-1731) inviato speciale della casa di Brunswick, carica che mantenne fino alla morte del duca. Successivamente prestò servizio per il duca Federico II di Sassonia-Gotha- Altenburg e suo figlio Federico III (di cui si è già detto a proposito di Liebe e Schläger) come inviato alla corte inglese; nel 1736 divenne consigliere segreto del re di Prussia Federico Guglielmo I, prima a Parigi, indi come inviato spe- ciale a Venezia. Passò poi a Napoli, al servizio del re spagnolo Carlo III, che lo elevò al grado di conte. A partire dal 1739 visse in Olanda, dove nel 1741 sposò la figlia ed erede del noto medico e botanico Herman Boerhaave (1668-1738). Morì nel 1746 a Leida, lasciando una fornita collezione di monete, sculture e pietre preziose. La sua attività di studioso d’arte e di numismatica è testimoniata...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.