Show Less

«Ridere in pianura»

Le specie del comico nella letteratura padano-emiliana

Series:

Edited By Gerhild Fuchs and Angelo Pagliardini

I saggi contenuti nel volume individuano nettamente, nel panorama della letteratura comica novecentesca, una linea di geografia letteraria emiliano-romagnola o più genericamente padana. L’attenzione si focalizza in primo luogo sul gruppo di autori riunitisi negli anni ‘90 intorno alla rivista Il semplice, innanzitutto Ermanno Cavazzoni e Gianni Celati. Ma la verve particolarissima del «comico padano» arriva a permeare tutto lo sviluppo diacronico del Novecento, dalla stagione di autori come Guareschi o Delfini, attraverso le suggestioni dello sperimentalismo e della neoavanguardia, fino al gioco letterario postmoderno. Completa il viaggio nell’universo letterario del «ridere in pianura» la ricerca delle sue radici nel filone dell’epica cavalleresca.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

SVILUPPI CONTEMPORANEI: DUE ESEMPI

Extract

214 215 Daniele Gregorin (Innsbruck) Paolo Nori e la saga di Learco Ferrari: comico e oralità Paolo Nori è nato a Parma nel 1963. Dopo aver lavorato come ragioniere in Algeria e in Iraq si è iscritto all'università laureandosi in Lingue e Letterature straniere. Si trasferisce in Francia dove viene impiegato per tre anni in un’im- presa edile per poi cominciare ad occuparsi di traduzioni dal russo e dal francese. Inizia a scrivere nel 1996 pubblicando inizialmente i suoi racconti su diverse riviste come Fernandel, Versodove, ’tina, Addictions, Il maltese, Nuovi argo- menti, Distrazioni della realtà. Nel 1999 esce il suo primo romanzo. Attualmente Paolo Nori ha già pubblicato oltre quindici libri. Per questa analisi sono stati presi come corpus i primi sette: Le cose non sono le cose; Bassotuba non c’è; Spinoza; Diavoli; Grandi ustionati; Si chiama Francesca, questo romanzo; Gli scarti; tutti editi fra il 1999 e il 2003. Minimo comune denominatore di questi sette libri è il protagonista Learco Ferrari, alter ego di Paolo Nori. In queste opere, la quasi totalità degli episodi è raccontata in prima persona dal protagonista stesso, Learco. La quotidianità è lo sfondo principale dal quale l’autore fa emergere ed evolvere i fatti narrati. Molti sono i temi che vengono proposti e riproposti al lettore-ascoltatore1 nelle loro diverse sfaccettature. Non si tratta dello svolgersi di un’azione unica distribuita cronologicamente su un’asse temporale e che si svolge secondo una serie di legami causa-effetto, ma di moltissimi episodi legati a diversi temi. Dalle dichiarazioni di Paolo Nori, che si possono...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.