Show Less

Fraseologia e fraseografia bilingue

Riflessioni teoriche e applicazioni pratiche nel confronto Tedesco-Italiano

Series:

Luisa Giacoma

Dopo un inquadramento teorico della fraseologia e una panoramica della fraseografia monolingue e bilingue viene qui analizzato il trattamento delle espressioni idiomatiche all’interno dei dizionari di Tedesco-Italiano. Ne emerge la necessità di migliorarne la registrazione lessicografica e pertanto vengono illustrate le scelte fatte a tal fine nei dizionari dei quali Luisa Giacoma è coautrice. Chiude questo studio una proposta di voce «ideale» che sintetizza quanto è stato fatto negli ultimi anni, soprattutto nei dizionari fraseologici di Hans Schemann, e quanto resta ancora da fare per rendere sempre più usufruibile il patrimonio di espressioni idiomatiche, introducendo informazioni che ne descrivano in modo esplicito gli aspetti lessicali, sintattici, semantici, pragmatici e stilistici.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

3 Aspetti dell’equivalenza interlinguistica delle EI e difficoltà dellaloro traduzione

Extract

71 3 Aspetti dell’equivalenza interlinguistica delle EI e difficoltà della loro traduzione 3.1 Il concetto di equivalenza semantica, sintattica e pragmatica Gli aspetti rilevanti nell’analisi dell’equivalenza interlinguistica del lessico in generale e in quella delle EI in particolare sono sostanzialmente quello semantico, quello sintattico e quello pragmatico. 3.1.1 L’equivalenza semantica Dal punto di vista della linguistica contrastiva l’analisi del significato1 ha un ruolo fondamentale perché permette di individuare le diverse articolazioni del lessico nelle due lingue (L2 vs. L1). Per analizzare il significato vi sono al momento attuale sostanzialmente due metodi2: l’analisi componenziale - il “classico” procedimento strutturalista della semantica lessicale - e quella per prototipi3, che costituisce una integrazione della prima spiegando i motivi per i quali non tutti i tratti di un lessema hanno la stessa importanza. La prima afferma che unità minime di significato, i semi, si sommano nella rappresentazione concettuale del significato, il semema, che ciascuna lingua assegna ad ogni unità lessicale. La seconda, inaugurata dalla psicologa americana Eleonore Rosch, sostiene che nella nostra conoscenza ogni costituente occupa una posizione specifica 1 Lo studio del significato delle parole, il cosiddetto significato lessicale, è stato per lungo tempo quasi l’unico oggetto di studio della semantica, al quale si sono aggiunti via via studi sulla semantica della frase, del testo, ecc. Mentre sembra semplice, da un punto di vista intuitivo, capire cos’è il significato di una parola, molto più complicato diventa quando ci si appresta a darne una definizione che soddisfi criteri di scientificità (Busse, 2009: 93). Nonostante la...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.