Show Less

Mappe interculturali della letteratura italiana nel Risorgimento

Ugo Foscolo, Vincenzo Cuoco, Giuseppe Mazzini, Cristina Trivulzio di Belgiojoso, Giuseppe Gioachino Belli

Angelo Pagliardini

Il volume rilegge il rapporto fra identità italiana e letteratura del Risorgimento, analizzando scrittori di fasi cronologiche e tipologie testuali differenziate. Per abbattere l’idea che il Risorgimento italiano sia una costruzione chiusa e autoreferenziale, tutti gli autori sono stati sottoposti a una griglia di domande che costituiscono i parametri della ricerca. Come si definisce l’identità italiana? Come contribuisce la letteratura alla realizzazione nazionale concreta? Che rapporto c’è fra unità e culture locali? Come si colloca l’identità italiana all’interno di una rete europea? Il procedimento ha consentito di tracciare una serie di mappe letterarie interculturali del Risorgimento, che mostrano come gli stereotipi eroici dell’italianità siano in realtà posticci e artificiali.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

5. Letteratura italiana e identità europea nel «sistema» di Giuseppe Mazzini

Extract

5.1.Premessa Il terzo fulcro della nostra riflessione è costituito dagli scritti dell’autore che viene considerato l’ideologo principale del Risorgimento italiano, Giuseppe Mazzini (1805- 1872)1. Sono sostanzialmente due le motivazioni che ci hanno indotto a prendere in considerazione nel nostro studio il cospiratore e pubblicista genovese: in primo luogo l’attenzione riservata alla cultura e in particolare alla letteratura nel suo sistema di pensiero, in secondo luogo l’orientamento teorico fondamentale, che si trova negli scritti mazziniani, riguardo alla necessità di concepire l’identità nazionale e culturale italiana integrata in un quadro europeo. 5.2. Coordinate biografiche Mazzini era nato nel 1805 a Genova, nel Regno di Sardegna, quello che avrebbe poi guidato il moto di unificazione nazionale e sarebbe diventato nel 1860 il Regno d’Italia. Studente di giurisprudenza a Genova, si interessa subito alla cultura e alla letteratura. La critica letteraria e lo studio della letteratura italiana, con l’orecchio attento a quanto si stava pubblicando in Europa, erano fra gli interessi che avevano caratterizzato la sua attività giovanile di giornalista e pubblicista. Negli anni dell’università molto varie e prevalentemente letterarie erano state le sue letture, puntualmente registrate nei suoi appunti, e rimangono orientati sulla letteratura gli interessi di Mazzini dopo il conseguimento, nel 1827, della laurea (Della Peruta 1969, 206-207)2. Insieme agli amici e compagni di studi, aveva trasformato l’Indicatore genovese (1828), un foglio di notizie economiche e commerciali, in un vero e proprio 1 In questa sede non si approfondiscono tanto il ruolo storico e il profilo politico di Giuseppe Mazzini, su...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.