Show Less

Relazioni linguistiche

Strutture, rapporti, genealogie

Series:

Edited By Martin Becker and Ludwig Fesenmeier

I contributi raccolti nel volume risalgono alle rispettive comunicazioni presentate nella sezione di linguistica del convegno del Deutscher Italianistenverband, svoltosi dal 20 al 22 marzo 2014 alla Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg e dedicato al tema delle «relazioni». Sullo sfondo dell’idea che alla base del nostro modo di pensare e di parlare stia il concetto della relazionalità, le prospettive storiche e sistematiche di questo concetto sono state concretizzate sul versante delle relazioni linguistiche, che possono presentarsi sotto forma di strutture, rapporti e genealogie. In tal senso sono state discusse, in prospettiva sia sincronica sia diacronica, relazioni linguistiche appartenenti a differenti livelli della descrizione linguistica.

Prices

Show Summary Details
Restricted access

Considerazioni sulla paraipotassi in italiano (Pierluigi Cuzzolin)

Extract

Pierluigi Cuzzolin (Università di Bergamo) Considerazioni sulla paraipotassi in italiano* Abstract: Parahypotaxis, a label created in 1929 in order to describe structures like «S’io dissi il falso, e tu falsasti il conio» (Dante, Inferno XXX, 115) has been recently dealt with in several contributions. A survey of the new proposals about its origin and status enables us to claim that: a) the origin of this particular pattern is neither monogenetic nor restricted, at least apparently, to the Romance languages; b) this particular pattern is very likely to derive from anaphoric textual chains traceable back to Proto-Indo-European; c) the pro- totypical function of parahypotaxis, if any, is to stress the cohesion of the text rather than to have demarcative functions; d) the claim that this pattern still survives in the dialect of Florence should be tested more carefully. 1 Una lunga premessa In questi ultimi anni la letteratura sulla paraipotassi è molto cresciuta, grazie a numerosi contributi che hanno permesso di analizzare questo pattern1 sintattico secondo modelli e parametri in parte differenti da quelli che tradizionalmente era- no stati utilizzati in precedenza, a cominciare dal famoso saggio di Luigi Sorrento, al quale si deve il conio della parzialmente infelice, ma certo fortunata etichetta di «paraipotassi»: «nonostante permanga talvolta un certo disagio concettuale, il termine e la nozione di “paraipotassi” hanno ormai pieno diritto di cittadinanza nel lessico degli studi linguistici e filologici italiani» (De Caprio 2010: 327). Queste parole sono prese da un lungo articolo, assai documentato e meditato, di Chiara * Ringrazio...

You are not authenticated to view the full text of this chapter or article.

This site requires a subscription or purchase to access the full text of books or journals.

Do you have any questions? Contact us.

Or login to access all content.