Show Less
Restricted access

La satira politica in televisione: possibilità e limiti di un genere

Un confronto tra Germania e Italia

Series:

Isabella Amico di Meane

Un ricco repertorio a sostegno delle buone ragioni – giuridiche, morali e sociali – della satira costituisce la premessa di questo confronto tra satira televisiva tedesca e italiana. La satira è un diritto costituzionalmente sancito sia in Germania che in Italia, ma è una vera cenerentola. In Italia a causa della crescente concentrazione di potere politico e mediatico e dell’intolleranza verso qualsivoglia contaminazione tra satira e informazione. In Germania a causa dell’estrema commercializzazione e dispersività del panorama televisivo. Dall’analisi comparativa di due trasmissioni satiriche – Extra 3 e Glob. L’osceno del villaggio – emerge come la satira tedesca sia più libera e autentica, mentre quella italiana sia più ‘furba’, perché costretta ad ammiccamenti e allusioni per sfuggire agli interventi censori del potere. La ricerca è stata insignita con il ‘Premio Zac per la satira politica’ nell’ambito del 37° Premio Satira Politica organizzato dal Museo della Satira di Forte dei Marmi.
Dal contenuto: Definizione di satira – Peculiarità della comicità satirica – Censura e autocensura della satira – Conflittualità della satira in ambito televisivo – Fondamenti giuridici del diritto di satira e della funzione democratica del mezzo televisivo – Ingerenze politiche e censura nella televisione pubblica – Prassi redazionale nell’emittenza pubblica – La satira in tribunale – La satira in televisione – I temi della satira televisiva – Format satirici – La satira prima delle elezioni – Effetti della satira e intenzioni dei satiristi.