Show Less
Restricted access

Il senso dell’udito nel «Corpus Aristotelicum»

Series:

Stefano Martini

Nel quadro della teoria della percezione in Aristotele, questo libro si occupa del senso dell’udito nell’intero Corpus Aristotelicum. L’autore, oltre ad analizzare gli aspetti più specificamente anatomici, fisiologici e patologici, ha dato ampio spazio al complesso tema della relazione tra udito e linguaggio. In questo modo si evidenzia il ruolo fondamentale dell’udito in ordine all’ apprendimento (anche animale) e allo sviluppo intellettivo (specialmente umano). Tra le ulteriori implicazioni dell’udito, sono stati approfonditi i fenomeni fisici di eco, rimbombo, risonanza e psico-fisici delle illusioni acustiche; il ruolo della musica e l’importanza dell’ ascolto in ambito etico, estetico, retorico, politico; infine i rapporti con la memoria e la reminiscenza e con il sogno.