Show Less
Restricted access

Migrazioni letterarie nel Settecento italiano: dal movimento alla stabilità

Series:

Edited By Sara Garau

Il volume raccoglie i contributi dell’omonima sezione del 35. Romanistentag. Attraverso una serie di casi esemplari, affiancati da indagini di carattere tipologico, intende contribuire a circoscrivere quella modalità, così diffusa nel Settecento italiano, di migrazioni artistiche e letterarie, che non rientrano propriamente nell’esperienza odeporica, ma nemmeno sono già determinate da fattori politici. Il libro si articola seguendo gli spostamenti in senso geografico; include insieme uno sguardo intermediale, verso le arti figurative. Si mette in luce così non solo la varietà delle motivazioni e dei canali di trasferimento, ma anche i modi d’inserimento nell’alterità culturale e di rielaborazione letteraria dell’esperienza migratoria.

Sara Garau insegna Letteratura italiana moderna nel contesto della cultura europea all’Università della Svizzera italiana (Lugano). Si è occupata del romanzo italiano nell’Ottocento, in particolare di Ippolito Nievo, e ha dedicato saggi a diversi aspetti della narrazione, della traduzione e mediazione culturale nella letteratura italiana tra Sette e Novecento. È co-direttrice della redazione italiana di «Versants. Rivista svizzera delle letterature romanze».